È davvero incredibile quanto successo in provincia di Savona, dove una donna ha acquistato un Gratta e Vinci impossibile da grattare. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

gratta e vinci
close up view of hand of gambler stretching lottery ticket

Il momento storico che ci ritroviamo a vivere non è sicuramente tra i più semplici. A causa del Covid, infatti, ci viene richiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti al fine di contrastare la diffusione del virus. Se tutto questo non bastasse molte imprese si ritrovano a dover fare i conti con un netto calo del fatturato, che comporta delle gravi ripercussione nelle tasche di molte famiglie. Proprio per questo motivo non stupisce il fatto che sempre più persone tentino la fortuna, ad esempio giocando al Lotto, oppure optando per l’acquisto di un pacco intero di Gratta e Vinci, o puntando su delle scommesse sportive.

In ogni caso, è sempre bene sottolineare, le probabilità di vincita sono alquanto basse. Allo stesso tempo non mancano coloro che vengono baciati dalla dea bendata, portando in molti a continuare a seguire il sogno di cambiare la propria vita grazie, ad esempio, ad una vincita milionaria. Non sempre, però, le cose vanno come sperato e in alcuni casi può addirittura capitare di imbattersi in un Gratta e Vinci impossibile da grattare. Lo sa bene la signora Antonella, che si è ritrovata a dover fare i conti proprio con un tagliando di questo genere. Ma come è possibile? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci, anche i ladri tentano la fortuna: bottino da migliaia di euro

Gratta e Vinci impossibile da grattare: ecco cosa è successo in provincia di Savona

Cuccioli d'oro

Ogni giorno sono in tanti a tentare la fortuna grazie ad esempio all’acquisto di un Gratta e Vinci. Le cose, però, non sempre vanno come sperato e in alcuni casi può addirittura capitare di imbattersi in un tagliando impossibile da grattare. Lo sa bene la signora Antonella che dopo aver acquistato un Gratta e Vinci da 3 euro ha scoperto che era impossibile da grattare. Un caso più unico che raro, che ha destato inevitabilmente interesse. Il Gratta e Vinci in questione, ricordiamo, fa parte della serie “Cuccioli d’oro” ed è stato acquistato presso una tabaccheria di Albenga, in provincia di Savona.

Una volta accortasi del Gratta e Vinci difettoso, la signora ha deciso di recarsi in ricevitoria per chiedere spiegazioni in merito. Ebbene, a quanto pare la pellicola plastificata che ricopre generalmente soltanto i bordi dei Gratta e Vinci, in questo caso era distribuita sull’intero tagliando. La tabaccheria ha quindi proposto un rimborso, ma dall’altra canto ha ricevuto un rifiuto. Trattandosi di un tagliando che può permettere di vincere fino a ben 200 mila euro, d’altronde, la speranza di risultare vincitori non può che fare gola.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci, essere baciati dalla fortuna è possibile: ecco quali acquistare

La signora Antonella, quindi, sembra avere tutta l’intenzione di andare fino in fondo nella vicenda. A tal proposito infatti, così come si evince da Libero Quotidiano, ha dichiarato: “Ho rifiutato e ho deciso di scrivere una raccomandata a Lottomatica. Non mi interessa trovare un ‘colpevole’ né riavere i soldi spesi: ho acquistato quel gratta e vinci e ora voglio che vengano fatte le verifiche del caso per sapere se quel biglietto sia o meno vincente“.