Come riconoscere le monetine particolari? Ecco a voi delle piccole indicazioni per non perderle di vista e diventare ricchi.

Quante volte ci soffermiamo a guardare le monetine che abbiamo in tasca? Credo moltissime. In questo articolo vogliamo parlarvi di alcune monetine che, spesso passano inosservate tra gli sguardi delle persone. I Centesimi di Euro.  

Le monetine nascono in Europa nel 2002. L’euro è diviso in cento centesimi e tra le monetine conosciute, troviamo i famosi pezzi da: 2 euro, 1 euro, 50 centesimi, 20 centesimi,10 centesimi, 5 centesimi 2 centesimi ed 1 centesimo.Ma com’è fatta una monetina da 1 o 2 centesimi?

Oggi vorremmo soffermarci sui pezzi piccoli, da uno o due centesimi. Tutte presentano, sul dorso, la mappa dell’Europa, mentre sul lato dritto ogni moneta ha un design differente a seconda della zona.

Monetine particolari e dove trovarle

Sapreste riconoscere le monetine rare? Noi abbiamo scoperto l’esistenza di diversi centesimi rari, dove nella maggior parte dei casi, sono state create a scopo commemorativo e coniate esclusivamente per il collezionismo.
Ma vi sono anche alcuni esemplari ritirati dal mercato perché sbagliati e quindi pezzi molto rari, se non addirittura introvabili. Scopriamoli insieme

LEGGO QUI >>> Postepay, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

Pronti per scoprire più in dettaglio i centesimi di euro e le particolarità di queste piccole monete. Le monete da 1, 2, mostrano l’Europa in relazione all’Africa e all’Asia. Scopriamo insieme in quale modo.

1 centesimo

Quali sono le caratteristiche ricorrenti nelle monete da 1 centesimo di euro? E’ la moneta dell’euro collezione dal taglio più piccolo. Pesa solo di 2,30 grammi eh ha un diametro di 16 mm. Realizzata in acciaio e placcato in rame, ha i bordi lisci.

La moneta da 1 centesimo è stata messa in circolazione dal 2002 benché alcuni esemplari risalgano al 1999, anno in cui  è stato coniato l’euro. Tutte presentano una conformazione ricorrente: dodici stelle della comunità economica europea e le iniziali dell’incisore e l’anno di emissione (caratteristiche che tutti i i paesi europei devono includere).

Se ne prendete una, potete guardare Il verso della moneta (ovvero il lato comune) inciso da Luc Luycx dove è mostrato un globo terrestre sulla destra, in basso. Se prestate bene attenzione, potrete riconoscere anche, i vecchi 15 membri dell’ UE, (metà settentrionale dell’Africa e la metà occidentale dell’Asia). In alto a sinistra il numero 1 e la scritta EURO CENT. In basso a destra del globo sono riportate le iniziali dell’incisore. Ma quali sono i pezzi più introvabili tra i centesimi?

LEGGI QUI >>>Euro 2020, il tempo stringe: Roma rischia di restarne fuori

I pezzi introvabili

Arriviamo in conclusione di quest’articolo, lasciandovi una domanda fondamentale: Quali sono le monete più particolari della collezione? Ricordiamo che il valore delle monetine da varia in base a diversi fattori. Si possono trovare esemplari dal valore di 1€ ma anche da 550€. Questi due esemplari, hanno raggiunto un valore così alto, visto che non vengono più prodotte dal 2018. Scopriamo insieme quali sono:

1 centesimo sbagliato

Tra i centesimi particolari, esistono alcuni esemplari molto ambiti, primo tra tutti Il pezzo da 1 centesimo: per un errore della zecca di stato, riporta sul lato dritto la Mole Antonelliana .
In origine, la moneta dovrebbe rappresentare Castel del Monte, In Puglia, mentre anche quest’anno riprende la figura della Mole. Il diametro è quello della moneta da 2 centesimi, ossia di 18,75 mm. Il valore della moneta  si aggira attorno ai 2.500€ – 3000€.

2 centesimi rari

Altro caso specifico, lo ritroviamo nella moneta europea da 2 centesimi di euro. Equivalente ad un cinquantesimo di euro, è composta da acciaio placcato in rame ed ha un diametro di 18,75 mm, pesa 3 grammi ed ha uno spessore di 1,67 mm. Esistono, come  già detto in precedenza, pezzi introvabili, dal valore immenso (possono arrivare anche a 2500€).

Il caso che vogliamo portarvi, indica la moneta da 2 centesimi con l’illustrazione della moneta da 1.
La particolarità riguarda il diametro: ovvero, se trovate una moneta da 1 centesimo con il diametro più grande delle normali allora significa che quello è un’errore di conio.