Un marchio, quello Ferragni, capace di un’ascesa pressoché ininterrotta. Tanto da generare un profitto che sbaraglia canoni e concorrenza. 

Chiara Ferragni
Foto © GettyImages

Un vero e proprio fenomeno mondiale, da pochi giorni anche membro effettivo di uno dei Consigli d’amministrazione più importanti d’Italia. E’ un’ascesa continua quella di Chiara Ferragni, da influencer a imprenditrice digitale, da filantropa in pandemia fino al Cda di Tod’s, voluta espressamente dal patron Diego Della Valle. Tasselli di un puzzle che hanno reso la ex blogger una delle principali figure imprenditoriali in Italia, perlomeno da un punto di vista 2.0. Ormai si può tranquillamente parlare di un impero Ferragni (Ferragnez se ci si mette il contributo, altrettanto influente, del marito e rapper Fedez).

Difficile, in questi casi, tracciare un possibile profilo quantitativo delle varie entrate. Certo è che l’exploit avuto negli ultimi anni da Chiara Ferragni, fenomeno studiato anche a livello universitario per capire l’evoluzione del mondo dell’imprenditoria dal 2010 in avanti, l’ha resa un vero e proprio caso internazionale. Per La Stampa il valore del suo impero, comunque, si aggira attorno agli 11 milioni di euro, soprattutto derivanti dalla sua attività di influencer (pubblicità, post e anche le storie su Instagram). Per non parlare del marchio, con il famoso caso dell’acqua griffata che fece ampiamente discutere qualche anno fa.

LEGGI ANCHE >>> Svolta per Chiara Ferragni, ora fa parte di un’azienda storica

Chiara Ferragni, da blogger a leader di un impero:

Impero finanziario era una definizione che si accostava fino a poco tempo fa a grossi nomi dell’imprenditoria mondiale. Ora è il caso di declinarla anche alla influencer cremonese, capace più di tutti di far leva sulle potenzialità offerte dal web. Per non parlare del suo marchio, Chiara Ferragni Collection, il cui fatturato porta, secondo La Stampa, il tetto dei guadagni a sfiorare i 20 milioni di euro nel 2019. A supporto, poi, c’è anche la Tbs Crew del blog Theblondesalad.com (creato nel 2009).

LEGGI ANCHE >>> Vittoria Lucia Ferragni: appena nata è già ‘sfruttata’ ma la tutina costa troppo

Ma se parlare di imprenditoria e di cifre da capogiro non sorprende troppo, potrebbe farlo una panoramica sui vari post. Su Instagram, dove Chiara Ferragni conta oltre 23 milioni di follower, c’è la forza motrice: ogni suo post varrebbe perlomeno 50 mila euro. Altro che influencer. Bisogna poi considerare che, come precisa il quotidiano torinese, un marchio potrebbe sborsare per una presenza social della Ferragni addirittura un massimo di 100 mila euro. Cifre incredibili se si pensa che tutto è iniziato da un semplice blog. Anzi, un fashion blog.