Il presidente di un illustre club straniero secondo quanto riportato da Financial Times sembra intenzionato a fare un’importante offerta per l’acquisizione delle autostrade italiane

autostrada
Fonte Pixabay

La proposta di Perez per Autostrade vale dieci miliardi di euro. A riportare la notizia è il Financial Times, secondo cui il magnate spagnolo, presidente del club di calcio del Real Madrid e numero uno di ACS, sarebbe disposto a spendere tale somma per l’acquisto della quota di Atlantia in ASPI.

Nessuna sorpresa, dato che sono settimane che il ricco iberico allude a quali siano le sue intenzioni nelle diverse interviste rilasciate. Nei prossimi giorni vanno però analizzate le sue proposte concrete e come vorrebbe agire, dato che per il momento è rimasto molto sul generico. Le sue parole sono legate al valore dell’offerta, ma non ha ancora chiarito nè le modalità nè i tempi. Particolare importante da considerare è che c’è anche la disponibilità di valutare nella sua offerta anche altri potenziali investitori.

LEGGI ANCHE >>> Autostrade per l’Italia, maxi multa di 5 milioni dell’Antitrust

Autostrade italiane: i dettagli dell’offerta del presidente del Real Madrid

Dalla prossima settimana verranno sviscerati tutti i particolari dell’offerta è si approfondiranno i dettagli. Giovedì (o venerdì al massimo) tornerà a riunirsi al tavolo il consiglio di Atlantia, per cui i consulenti finanziari dovranno analizzare e quantificare i termini dell’operazione che vorranno mettere a segno gli spagnoli. Ovviamente non basterà una sola riunione. Siamo ancora solo all’inizio e ce ne saranno ben altre.

Perez vorrebbe dare alla luce un polo europeo delle Autostrade, che nascerebbe dalla fusione di Aspi e Abertis. Dunque, un’ipotesi complessa. Ma quanto effettivamente realizzabile? Di sicuro l’offerta del numero uno del Real Madrid è superiore rispetto a quella formulata da CDP e dai suoi partner, ma non è questa l’unica analisi da percorrere.

LEGGI ANCHE >>> Pedaggi autostrade vicine all’aumento: ecco il perché

Nei giorni seguenti la vicenda sarà più chiara, per lo meno dopo le valutazioni di MedioBanca, JpMorgan e BofA Merrill Lynch, ovvero dei consulenti finanziari di Atlantia. Sarà Perez a spuntarla su Autostrade?