Striscia la Notizia ha di recente scoperto un caso che riguarda l’Agenzia delle entrate che non può passare di certo inosservato. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

Il tg satirico Striscia la Notizia è noto per la sua capacità di mettere in guardia i suoi telespettatori in merito a vicende poco chiare, che potrebbero portare a dover fare i conti con conseguenze poco gradite. Ne è una chiara dimostrazione quanto evidenziato nel corso di un recente servizio, attraverso il quale l’inviato Riccardo Trombetta ha svelato un caso riguardante l’Agenzia delle Entrate che ha destato, inevitabilmente, particolare scalpore.

Sembra, infatti, che l’ente continui a prelevare dei soldi che in realtà, stando a quanto previsto dal Decreto Sostegni, non dovrebbero essere presi. Se tutto questo non bastasse, una volta chiamati in causa, sarebbero “scomparsi nel nulla“. Ma cosa è successo? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

LEGGI ANCHE >>> Striscia, allarme rosso sul cashback: la trappola con cui vi spillano i soldi

Striscia la notizia smaschera l’Agenzia delle Entrate: l’ente continua a prelevare i soldi

L'Agenzia delle Entrate agisce in modo poco chiaro: lo rivela Striscia la Notizia
Una puntata di Striscia la Notizia (Fonte foto: web)

L’inviato di Striscia la Notizia, Riccardo Trombetta, ha di recente parlato di un caso riguardante l’Agenzia delle Entrate che ha destato particolare scalpore. Nel servizio in questione viene fatto notare come, stando a quanto previsto dai recenti provvedimenti, “le cartelle esattoriali dovrebbero essere congelate“. Un telespettatore, però, ha segnalato al programma il fatto che l’Agenzia delle Entrate continui “a prelevare i soldi dovuti sulla base della rateizzazione del debito“.

Riccardo Trombetta ha quindi mostrato dei documenti, attraverso i quali è possibile riscontrare come effettivamente l’ente abbia provveduto a prelevare i soldi dal conto corrente del segnalatore, nonostante il decreto preveda la sospensione fino al prossimo 30 aprile. L’inviato del tg satirico ha pertanto contattato l‘Agenzia delle Entrate. Un funzionario ha quindi risposto “che era colpa della banca e non loro e che mi avrebbe richiamato dopo una settimana. Sono scomparsi nel nulla“, ha fatto sapere Trombetta. Ma davvero è colpa della banca? A fornire una risposta in merito è sempre Striscia la Notizia, che a tal fine ha deciso di contattare il commercialista Gianluca Timpone.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, occhio alle novità: cosa prevede il Decreto Sostegni

Quest’ultimo ha sottolineato che l’ente non poteva in alcun modo prelevare i soldi del segnalatore, in quanto fino al 30 aprile i pagamenti delle cartelle esattoriali, “compresi i piani di rateizzazione“, risultano sospesi. Ma non solo, a proposito della banca, ha chiarito come l’istituto di credito non agisca in modo autonomo, in quanto “segue esclusivamente le indicazioni del soggetto creditore. Quindi in questo caso l’Agenzia ha semplicemente comunicato alla banca di continuare a effettuare i relativi addebiti riguardanti i piani rateali concessi. Bisogna chiedere il rimborso delle rate fin qui pagate“.

IL SERVIZIO DI STRISCIA LA NOTIZIA >>>  https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/agenzia-delle-entrate-piani-di-rateizzazione-sospesi-ma-i-soldi-vengono-prelevati-lo-stesso_72118.shtml