Il tg satirico e di inchiesta “Striscia la Notizia” ha messo in un luce un fenomeno anomalo di app a pagamento che richiamano quella ufficiale per partecipare al cashback.

cashback Striscia
Un momento del servizio di Striscia. Le app anomale segnalate. Fonte: video https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/cashback-occhio-alle-false-app-io_70850.shtml

Iniziative di Natale che introduci, “furbetti” che trovi. Sta riscuotendo molto successo l’iniziativa preliminare di Natale sul cashback messa in campo dal Governo per incentivare gli acquisti di Natale effettuati senza l’uso dei contanti.

Il tg satirico e di inchiesta “Striscia la Notizia” ha analizzato, attraverso l’inviato Riccardo Trombetta, il proliferare di app non ufficiali ed a pagamento che richiamano quella ufficiale, totalmente gratuita, attraverso la quale ci si può registrare e registrare le proprie carte per partecipare all’iniziativa.

Trombetta nel servizio spiega che “alcuni furbetti hanno subito approfittato della novità per creare delle applicazioni farlocca ed a pagamento che sono: ‘Cashback di Stato Italia-L’originale in vendita a 0,99 centesimi di euro e ‘Cashback di Stato Italia App-Cashback App Italia in vendita a 0,49 centesimi di euro”. Questo quanto segnalato dal programma di Canale 5 in un servizio andato in onda nella edizione di ieri sera.

LEGGI ANCHE >>> Striscia contro la Rai: “figuraccia costata 37 mila euro”

LEGGI ANCHE >>> Cashback, contactless: il problema che stanno avendo in molti

App non ufficiali a pagamenti per partecipare al cashback, l’inchiesta di Striscia

L’inviato Trombetta spiega anche però che molte persone scaricano queste app sebbene siano a pagamento:”La cosa più incredibile è che queste applicazioni in tempo record sono entrate nella lista nelle app più vendute e una volta scaricate però vi permetteranno di calcolare solo il 10% di un importo e niente di più”, spiega l’inviato di Striscia la Notizia.

Striscia quindi ha segnalato la cosa al Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha subito risposto facendo sapere che “diverse app segnalate sono state prontamente eliminate, e non sono più presenti nei vari store dove si trovavano in precedenza, E’ in corso un costante monitoraggio per prevenire eventuali fenomeni di frode”, spiega Trombetta a conclusione del servizio.

Per visualizzare il servizio completo di Striscia la Notizie sulle app cashback andato in onda ieri sera clicca qui