Buone notizie per i percettori del reddito di cittadinanza che, in determinati casi, possono richiedere il reddito di emergenza. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

reddito di cittadinanza

Il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del coronavirus. Un momento particolarmente difficile, quello che stiamo vivendo, che vede molti imprenditori continuare a tenere le serrande delle proprie attività chiuse, con inevitabili ripercussioni sulle tasche di un gran numero di persone. Riuscire ad affrontare le spese risulta sempre più difficile e per questo non stupisce che proprio nel corso dell’ultimo anno siano aumentate le richieste del reddito di cittadinanza.

Lo stesso esecutivo, a guida Draghi, ha deciso di rifinanziare il reddito di cittadinanza per un valore pari a 1 miliardo di euro grazie all’approvazione del Decreto Sostegni. Una misura particolarmente importante, che è stato affiancata lo scorso anno dal reddito di emergenza. Quest’ultimo, ricordiamo, è stato introdotto dal decreto Rilancio a maggio 2020 al fine di garantire un aiuto economico alle famiglie colpite dalla crisi causata dal Covid. Prorogato per altre tre mensilità grazie sempre al Decreto Sostegni, sono in molti a chiedersi se i due sussidi siano o meno compatibili. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, occhio alle novità: cosa prevede il Decreto Sostegni

Reddito di emergenza, anche i beneficiari del reddito di cittadinanza possono richiederlo: cosa c’è da sapere

Reddito di cittadinanza
Foto: Web

Il reddito di cittadinanza e il reddito di emergenza sono stati introdotti al fine di offrire un aiuto alle persone che si ritrovano a dover fare i conti con delle gravi difficoltà economiche. A proposito del reddito di emergenza, ricordiamo, tale sussidio è stato di recente prorogato per altre tre mensilità grazie al Decreto Sostegni. In tal senso, come reso noto dal messaggio Inps n. 1378 dell’1 aprile 2021, a partire dal 7 aprile fino al 30 aprile è possibile presentare domanda per il reddito di emergenza.

Allo stesso tempo, sempre l’istituto di previdenza ha ricordato come tale indennità sia incompatibile con il reddito e la pensione di cittadinanza. “La corresponsione del Rem – si legge – è incompatibile con l’intervenuta riscossione, in relazione allo stesso periodo, del Reddito o della pensione di cittadinanza“. Le due misure, quindi, non sono cumulabili. Tuttavia bisogna sapere che in determinati casi i percettori del reddito di cittadinanza possono fare domanda per il reddito di emergenza.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni: fondo perduto con autocertificazione, ma attenti ai controlli serrati

I due sussidi, però, non potranno mai essere percepiti contemporaneamente. A poter presentare domanda, infatti, sono coloro che, ad esempio, hanno visto scadere il reddito di cittadinanza a marzo. In questo caso è possibile decidere di far slittare il rinnovo ad esempio a giugno. Nel frattempo si può fare pertanto richiesta del reddito di emergenza, che verrà pertanto erogato durante i mesi in cui risulta sospeso il versamento del reddito di cittadinanza.