In aumento tasse anche per chi nel 2020 ha lavorato poco o niente. Scatta l’aumento per particolari tasse locali.

tassa rifiuti

Sembra impossibile ma è davvero cosi, i negozi, le attività commerciali rimaste in gran parte chiuse per tutto il 2020 si vedranno recapitare tasse da pagare aumentate rispetto agli anni passati. E’ incredibile ma è tutto vero. Parliamo di tasse territoriali, parliamo di tasse calcolate e richiesta dai singoli comuni, e proprio loro, per la stragrande maggioranza, hanno disposto un aumento che di certo non farà piacere a tutti i commercianti e imprenditori colpiti.

Parliamo di rifiuti, parliamo di Tari, parliamo di un aumento che si aggira intorno al 4% rispetto alle annate precedenti. Una situazione inattesa, una situazione che, visti i tempi che corrono, nessuno avrebbe immaginato di vivere. Eppure è cosi. Il paradosso nasce per le attività che per la stragrande maggioranza del 2020 sono rimaste chiuse, e per le quali un aumento di questa particolare tasse appare come una vera e propria presa in giro.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente: la tassa che proprio non va giù agli italiani

Più tasse per chi ha chiuso i propri negozi: le reazioni all’incredibile aumento

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, in merito alla questione ha cosi dichiarato: “Imprenditori italiani: oltre al danno, la beffa. Imprese, commercianti, artigiani, il motore produttivo dell’Italia, dopo essere stati enormemente danneggiati da oltre un anno di chiusure e limitazioni tuttora vigenti, devono anche subire la beffa di veder aumentare la tassa sui rifiuti che ha raggiunto, l’anno scorso, il livello record di 9,73 miliardi e di veder aumentare la pressione fiscale passata dal 42,4% del 2019 al 43,1% del 2020 come certificato dall’Istat, con una pressione fiscale reale ben più elevata, stimata oltre il 48%”.

Una tassa che non trova alcuna logica nell’aumento proposto a commercianti e imprenditori. I rifiuti, una tassa che aumenta con l’aumentare dei rifiuti prodotti, e che invece in questo caso, nonostante la maggior parte delle attività siamo rimaste chiuse quasi tutto l’anno, prende comunque, in ogni caso ad aumentare.

LEGGI ANCHE >>> Prezzi stracciati e un trucchetto per evadere le tasse: dove nascondeva il milione

Commercianti, imprenditori e partite iva in generale sul piede di guerra. Non ha logica l’aumento e in molti lo sanno più che bene. A questo punto non è ancora chiara la risposta dei contribuenti colpiti dagli aumenti, pagheranno lo stesso? Questo non è ancora certo.