Il papa in visita al Regina Coeli a Roma esprime vicinanza agli anziani ed i malati: “vi sono vicino”.

(Fonte: Getty Images)

Le guardie erano davanti a un’opzione: o dire la verità o lasciarsi convincere da coloro che gli avevano dato il mandato di custodire. E l’unico modo di convincerli erano i soldi”

Parole forti, che invitano alla riflessione, soprattutto in un momento in cui, il denaro rispetto alla salute, non vale nulla.

Dio denaro

Papa Francesco, dedica un passaggio al potere del “Dio Denaro” (Dio denaro inteso come il desiderio di ricchezza ed il volerla raggiungere nonostante il periodo, ci ha messo davanti ad esigenze molto più urgenti). Un momento intenso di riflessione e raccoglimento.

Per via della zona rossa, la messa è stata trasmessa in diretta streaming dalla Sala della Biblioteca del Palazzo apostolico, mentre Piazza San Pietro è rimasta completamente deserta.

LEGGI QUI >>> Un altro Gratta e vinci da impazzire: Pasqua porta doni e ricchezza

Francesco ha sottolineato che nella Bibbia esistono due atteggiamenti davanti alla resurrezione di Gesù: lo spavento delle guardie tramortite e le donne che vengono confortate dall’angelo. Come in passato, così nel presente, esistono sempre due strade diverse ed il buon Cristiano deve riconoscere la strada dell’amore e del perdono.

LEGGI QUI >>>Scoperta furbetta del reddito di cittadinanza: ha rinnegato lamore

Il mio pensiero va..

Il pontefice ha salutato tutte le persone collegate attraverso i mezzi di comunicazione sociale.

Il mio pensiero va in modo particolare agli anziani, ai malati, collegati dalle proprie case o dalle case di riposo e di cura. Ad essi invio una parola di incoraggiamento e di riconoscenza per la loro testimonianza. vi sono vicino». 

Concludendo, ha augurato di trascorrere con fede questi giorni dell’ottava di Pasqua in cui si prolunga la memoria della Resurrezione di Cristo , poiché bisogna  cogliere sempre ogni buona occasione per essere testimoni della gioia e della pace del Signore Risorto.

Discorso  del papa

Le guardie – ha detto – erano davanti a un’opzione: o dire la verità o lasciarsi convincere da coloro che gli avevano dato il mandato di custodire. E l’unico modo di convincerli erano i soldi, e questa povera gente, poveri, hanno venduto la verità e con i soldi in tasca sono andati a dire: ‘No, sono venuti i discepoli e hanno rubato il corpo’. Il ‘signore’ denaro, anche qui, nella risurrezione di Cristo è capace di avere potere, per negarla».