Quanto costa il canone Rai? Perché tante persone non lo pagano? Tutte le domande e le risposte sull’argomento.

Canone Rai

Ci siamo mai chiesti cosa è il Canone Rai? Da sempre, è un argomento molto discusso tra italiani. Perché bisogna pagarlo? In questo articolo vogliamo provare a riordinare le idee e darvi qualche informazione in più .

Canone Rai: come funziona?

Per essere soggetti al pagamento del canone, bisogna avere un’ utenza di energia elettrica registrata a proprio nome ed una residenza anagrafica per pagare il canone direttamente in bolletta.

Il decreto di Stabilità (2016) ha stabilito che i titolari di un’ utenza di fornitura elettrica, possano avere anche un apparecchio televisivo all’interno della propria casa. Con apparecchio televisivo si intende anche un semplicissimo smartphone o un computer. Insomma, uno strumento che ci permetta di vedere la Rai, indipendentemente dal televisore o no. ( Nel caso in cui, si possiede un contratto di fornitura elettrica ma nessun dispositivo per poter vedere la Rai, bisognerà compilare un’ autocertificazione di esenzione di pagamento. Ma quanto costa l’abbonamento RAI?

LEGGI QUI >>> Canone Rai, arriva lo sconto: ecco chi ne usufruirà

Quanto costa l’abbonamento RAI?

Una domanda molto diffusa tra gli italiani è proprio a quanto ammonta il prezzo del Canone Rai. Chi ne è a conoscenza? Da qualche anno, il suo prezzo è rimasto invariato a €90. Si paga a rate mensili e solitamente sono dieci. Ciò significa che per dieci mesi nel corso dell’anno, 10 euro in più circa, sono riservati al pagamento del canone Rai.

LEGGI QUI >>> Attività chiuse ma le tasse si pagano lo stesso: addirittura di più

Abbonamento Rai: è possibile non pagarlo?

Tornando alla domanda che ci siamo fatti all’inizio dell’articolo: È possibile non pagare l’abbonamento RAI?La domanda è molto delicata: ovviamente ogni persona è libera di non pagare il Canone Rai, anche se obbligatorio.

Quando è “concesso”? È concesso nel caso in cui non si disponga di un apparecchio elettronico che ci permetta di vedere la televisione a casa.Per richiedere l’esonero del canone Rai, bisogna inviare una “Dichiarazione di non detenzione” entro il 31 Gennaio dell’anno in corso. La presentazione può essere effettuata a nome proprio o anche in qualità di erede di un soggetto deceduto cui sia ancora transitoriamente intestata l’utenza elettrica.Il modulo di esonero si può trovare sul sito dell’Agenzia delle entrate. Oltre che dal sito Rai http://www.canone.rai.it