Multe da 10.000 euro per chi tiene gli animali domestici in questo modo

Nel caso in cui gli animali domestici vengano maltrattati e trascurati si può incorrere in sanzioni pecuniarie decisamente elevate

Animali domestici
Fonte Pixabay

Prendersi cura di un animale domestico significa garantirgli un’esistenza dignitosa e ricca di ogni comfort e soprattutto lontano da qualsiasi forma di violenza. Nel corso del tempo le normative in tal senso sono diventate sempre più dettagliate e chi sbaglia deve giustamente pagare.

Le multe possono essere molto salate in queste circostanze, così come si evince da una recente sanzione comminata dalla Corte di Cassazione, che ha disposto il pagamento di 4mila euro ad un cittadino che teneva circa 30 cani in un box privo di ricambio d’aria adeguato. Una situazione che ha comportato ai poveri animali una condizione costrittiva in un ambiente malsano, che ha provocato loro delle patologie respiratorie, oltre che dermatiti e alopecia.

LEGGI ANCHE >>> Covid e rischio di contagio degli animali domestici: cosa dice lo studio

Animali domestici tenuti in condizioni non ottimali: in quali casi sono previste le sanzioni

Tenere gli animali in questo stato è paragonato a tutti gli effetti ad un comportamento violento. Una sentenza dettata da quanto stabilisce l’articolo numero 727 del codice penale, che condanna chiunque detenga animali in condizioni non compatibili con la loro natura recando loro danni fisici e sofferenze di qualsiasi tipologia.

Le sanzioni infatti possono essere ancor più gravi di quella sopracitata: si va dalla detenzione fino ad un anno con ammenda variabile da 1.000 a 10.000 euro. Dunque, non si scherza affatto in questi casi. Garantire delle condizioni adeguate a cani, gatti o qualsiasi altro tipo di animale che si decide di adottare è un “obbligo” non una scelta.

LEGGI ANCHE >>> Quanto costa mantenere un cane? Le spese per cibo, salute e accessori

Il principio vale anche per la negligenza. La mancanza di volontarietà non è affatto una scusante. L’unico fattore da considerare è l’azione che va a ledere l’integrità delle indifese bestiole. Insomma, soprattutto per chi preferisce tenere gli animali in ambienti non casalinghi è importante ponderare la scelta del posto, in primis per la creatura e successivamente per evitare guai piuttosto seri.