La Juventus non paga gli stipendi: la crisi travolge la Serie A

La società bianconera ha chiesto il rinvio di ben quattro mensilità ai propri tesserati. La crisi arriva anche in Serie A.

Juventus
Juventus (Adobe)

La Serie A è ufficialmente in crisi. La pandemia ha colpito anche chi, come in questo caso, sembrava navigasse sempre e comunque, in ogni modo, nell’oro. La Juventus, infatti, confermando quella difficoltà mostrate anche nei mesi passati, ha chiesto ai propri tesserati il rinvio di ben quattro mensilità di retribuzione. Il motivo sarebbe, secondo indiscrezioni, dovuto alla crisi derivante dalla pandemia che non smette di creare enormi difficoltà in ogni settore.

La Juventus, cosi come altre società, paga quindi, come tante altre aziende, nei settori più svariati dell’economia, lo scotto della crisi. Certo ai calciatori non farà piacere questo ritardo, anche se parliamo di stipendi a molti zeri. La società bianconera, approfitta, insomma, del periodo di profonda crisi, per moderare gradualmente le uscite e sperare in esercizi di gestione migliori. La situazione, insomma, non sembra per niente positiva.

LEGGI ANCHE >>> Lavorare per la Juventus: le figure professionali ricercate

La Juventus non paga gli stipendi: crisi economica e di risultati

Bianconeri protagonisti di una crisi che entra anche nella sfera economica oltre che occupare quella dei risultati. La Juventus non vive certo la sua migliore stagione. Lontana dal primo posto, fuori dalla Champions League agli ottavi di finale, eliminata dai portoghesi del Porto, la squadra non sembra avere giovato del nuovo progetto tecnico, che vede da inizio anno sulla panchina della squadra bianconera, l’ex calciatore Andrea Pirlo.

Piove sul bagnato, insomma, in casa bianconera. Il progetto tecnico praticamente fallito, ed una crisi economica che vede la società costretta a rimandare il pagamento degli stipendi ai propri tesserati. Nulla di positivo negli ultimi mesi. La società corre ai ripari per non rischiare il baratro.

LEGGI ANCHE >>> Alitalia una crisi senza fine: le ultime vicissitudini della compagnia di bandiera

La Serie A in piena crisi, la pandemia colpisce anche società ricche guidate da imprenditori per niente in bolletta, almeno cosi potrebbe sembrare.