Buone notizie per tutti coloro che hanno conservato le sorpresine degli ovetti di cioccolato. Vi sono, infatti, degli oggetti che ad oggi valgono una vera fortuna. Ecco quali.

Fonte: Pixabay

Inutile negarlo, tutti quanti abbiamo degli oggetti che ci ricordano alcuni dei momenti più belli della propria infanzia. A partire da vecchi giocattoli, passando per delle consolle datate, fino ad arrivare a bambole e macchine, d’altronde, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Alcuni, nel corso degli anni, li abbiamo dovuti buttare; altri, invece, continuano ad essere conservati, quasi come un importante tesoro segreto da dover custodire con cura. Tra questi si annoverano anche le sorpresine delle uova di cioccolato, che tanto piacciono ai bambini, così come ai grandi.

Vero e proprio simbolo della nostra infanzia, le sorpresine entrano nelle case di tutti noi, portandoci allegria e voglia di giocare. Ma cosa pensereste se vi dicessimo che i vostri vecchi pupazzetti possono valere una fortuna? Ebbene sì, è proprio così. Vi sono delle vecchie sorpresine che ad oggi vengono considerati degli oggetti da collezione. Non a caso se immessi sul mercato potrebbero consentire di guadagnare un bel po’ di soldi. Ma di quali si tratta? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

LEGGI ANCHE >>> 400mila euro per una vecchia console: ce l’avete ancora in casa?

Ovetti con sorpresina, se hai una di queste puoi guadagnare cifre da capogiro: ecco di quali si tratta

Fonte: Pexels

Sistemando i cassetti oppure pulendo in soffitta può spesso capitare di imbattersi in dei vecchi giochi di quando eravamo bambini. Tra questi si annoverano anche le sorpresine che abbiamo trovato nelle tanto amate uova di cioccolato. Tanti bellissimi pupazzetti colorati che hanno segnato la nostra infanzia e che potrebbero fare la nostra fortuna da adulti. Bisogna sapere, infatti, che vi sono alcuni tipi di sorpresine che nel corso degli anni hanno accumulato valore, tanto da permettere di guadagnare un bel po’ di soldini. Le collezioni tematiche, ricordiamo, hanno avuto inizio negli anni ’80 grazie ai Puffi Olimpici.

Dal 1991, inoltre, si è assistito alla comparsa dei pezzi unici, anziché componibili, che hanno finito per attrarre l’interesse dei collezionisti. A partire dai “Coccodritti” degli anni 1991-1992, alla serie delle Principesse Disney del 2018, d’altronde, si tratta di pezzi davvero incredibili. A contribuire ad aumentare il valore, ovviamente, sono alcuni aspetti importanti, quali la rarità e lo stato di conservazione. In presenza di parti rovinate, infatti, il valore diminuisce. Allo stesso tempo vi sono alcuni pezzi più difficili da trovare rispetto ad altri e che per questo motivo vengono quotati con un prezzo più alto. Basti pensare ai Puffi Olimpici che, se venduti in serie completa, possono essere pagati ben 2.600 euro.

LEGGI ANCHE >>> Se hai uno di questi vecchi cellulari puoi guadagnare cifre da capogiro

Ad avere un grande valore sono in particolar modo le serie prodotte nel corso degli anni ’90. Tra questi si annoverano gli Gnomi al Bagno, risalenti al biennio 1992-1993, per un valore pari a 130 euro, oppure gli Happypotami, i Pingui Beach e le Tartallegre, che possono arrivare a valere ben 400 euro. Da non dimenticare poi i simpatici Panda Party del 1994, che possono fruttare 200 euro.