Pezzi unici, rari, preziosi, in alcuni casi irripetibili: le bici più costose hanno tutte la loro peculiarità. Oltre a quella di sforare abbondantemente il limite dei tre zeri.

Bici prezzi
Foto © Pixabay

Molti la amano ed è davvero difficile che qualcuno la odi. La bicicletta è uno dei mezzi di locomozione più affascinanti, per tante persone ben più di un aereo o di un’automobile. Merito della semplicità di guida, della sensazione di libertà che trasmette e anche per il suo contributo alla tonificazione dei nostri muscoli. Chi non è professionista lo sembra: amatori in tenuta da atleta che affrontano anche alcuni pericoli in strada pur di dar voce (e gamba) alla loro passione. Il che fa della bici un vero e proprio emblema di chi ama lo sport. Forse non come un po’ di decenni fa, quando le imprese dei ciclisti trascinavano gli italiani vicino alla radio o sui pendii del Giro d’Italia. Ma il fascino è quello.

Ma non è solo questione di sport. Per Paolo Conte una bici non si ama ma si modifica e lubrifica. Per i cultori, invece, è anche qualcosa da custodire, da rendere parte del nostro essere. Ecco perché alcuni non badano a spese e, pur di mettere nella loro scuderia delle due ruote da urlo, tappano occhi e orecchie procedendo all’acquisto. Del resto, quella della bici è una passione non diversa dalle altre. Solo che, per forza di cose, richiede più spazio. Specie se si decide di possederne molte.

LEGGI ANCHE >>> PostePay Green: ecco la novità in arrivo per i più giovani

Pazzi di bici, attenzione: l’elenco delle due ruote top

Come in tanti altri casi, si chiama collezionismo. E, se si sceglie una bici professionale, magari in grado di accompagnarci su un determinato tipo di percorsi, i prezzi aumentano (o scendono) di conseguenza. Ma se credete che acquistare una bicicletta di marca e dotata di tutti gli accorgimenti tipici di un pezzo ben fatto abbia costi esorbitanti, probabilmente non avete mai sentito parlare della Trek Butterfly Madone. Una bici firmata Damien Hirst, artista britannico, e portata ai piedi dell’Arc de Triomphe da Lance Armstrong. Era il 2009, il ritorno del ciclista texano in bici dopo quattro anni. E quel pezzo unico divise tutti per la scelta, da molti ritenuta eccessiva, di tappezzarla di farfalle vere. Oggi vale mezzo milione di dollari.

LEGGI ANCHE >>> Troppi soldi sul conto? Ecco perché non è una mossa saggia

E che dire della Trek Yoshimoto Nara? Valore, quasi 200 mila dollari. L’esclusività, il suo colorito giallo e l’essere stata presentata dallo stesso Lance Armstrong come attività di sensibilizzazione per la ricerca contro il cancro. Se preferite il vintage e volete “contenere i costi”, meglio virare sulla Rare Tiffany & Co. Silver Mounted Lady’s Bike. Nonostante sia del 1890, questa preziosa due ruote, cimelio appartenuto all’attrice Lillian Russell, potrebbe andare benissimo su strada anche oggi. “Solo” 12 mila euro per la Yeti SB6 XX1 Eagle Turq. Livrea turchese, è uno dei pezzi più pregiati della Yeti Cycles. Per palati raffinatissimi la Trek Madone 7-Diamond, placcata in oro e con un diamante da un carato. Valore? 63 mila euro.