Boston Dynamics presenta Stretch, capace di spostare una grande qualità di scatole, entrando a far parte del mondo della logistica

Stretch (Fonte foto: web)

L’ultimissima creazione della casa all’avanguardia, Boston Dynamics, si chiama Stretch e cambierà il settore della logistica. In effetti, Stretch dovrà fare una cosa abbastanza “facile”, vale a dire spostare degli scatoli, cosa che possono fare anche gli esseri umani, che lavorano come magazzinieri.

Stretch però dovrebbe essere più veloce e non potrà affaticarsi. Una delle tante novità del futuro, nemmeno tanto remoto. Pensare che il Giappone, tra soli 14 anni, saluterà le auto a diesel e benzina, riducendo lo smog. Il progetto, consentirà di portare con sé il braccio meccanico anche in camion, in modo da poter poi dare alla macchina l’onere di caricarlo di prodotti e poi di riscaricare il tutto, arrivati in magazzino.

Leggi anche>>> Stellantis premia chi rispetta l’ambiente alla guida: come

Boston Dynamics crea un robot in grado di “capire” cosa spostare

Stretch, lavora attraverso una mano fatta di ventose e sensori che gli danno la possibilità di catalogare il lavoro da fare e lavorare con una quantità illimitata di casse. Il lavoro degli ingegneri di Boston Dynamics però è andato oltre, producendo qualcosa di incredibile. La macchina, sarebbe infatti in grado di identificare le scatole, grazie ad una speciale tecnologia di computer vision che aiuterà le aziende che vorranno acquistarlo, visto che “insegnargli” le cose non richiederebbe molto tempo.

Al contempo purtroppo, tali aziende risparmieranno anche tanto sui compensi da dare a possibili lavoratori, e la tecnologia rischierà di sostituire ancora una volta, l’uomo. Cosa in cui a quanto pare, non ha creduto pochi anni fa la Apple: almeno così racconta Musk che confessa di aver proposto alla casa, di comprare Tesla. Ancora a proposito di Stretch, la casa che l’ha costruito scommette sulla sua capacità di operare sin dal primo momento, in percorsi già studiati per macchine automatizzate.

Leggi anche>>> Elon Musk ed il crollo di Tesla: in una settimana persi 27 miliardi

Logistica, capacità di movimento e di spostare tante casse in poco tempo, sono effettivamente il futuro. Appunto, visto che Stretch non è ancora pronto per la commercializzazione, il che avverrà nel 2022.