Bonus 2400 euro: festeggiano solo quelli che lo avranno in automatico

Grazie al Decreto Sostegni sono in arrivo i bonus da 2400 euro. Mentre alcuni lo riceveranno in automatico, dall’altro canto c’è chi attende di sapere come poter presentare l’apposita richiesta.

Banconota rara
Foto di moerschy da Pixabay

Il 2020 è un anno che sicuramente faremo fatica a dimenticare, per via dell’impatto del Covid che è entrato prepotentemente nelle nostre vite, contribuendo a cambiare molte nostre abitudini. Basti pensare ai vari accorgimenti a cui bisogna prestare attenzione, come ad esempio il distanziamento sociale, ma anche l’utilizzo delle mascherine e le varie restrizioni imposte dal governo, al fine di contrastare la diffusione del coronavirus. Un momento storico particolarmente difficile, quello che ci ritroviamo ad affrontare, con alcune categorie lavorative che si ritrovano, purtroppo, a dover fare i conti con una vera e propria crisi.

A causa delle varie chiusure, infatti, molte imprenditori hanno dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività, con inevitabili ripercussioni sulle tasche di molti lavoratori. Affrontare le varie spese quotidiane risulta sempre più difficile e per questo motivo il governo ha l’importante compito di offrire delle valide forme di aiuto alle famiglie maggiormente colpite. In questo ambito, quindi, si inserisce il Decreto Sostegni, che porta con sé varie forme di aiuto, come un bonus da 2400 euro. Un sostegno economico particolarmente atteso, con alcuni che lo potranno ricevere in automatico, mentre altri sono in attesa di sapere come presentare apposita domanda. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Figli in DAD, arriva il bonus baby sitter: tutto quello che c’è da sapere

Bonus 2400 euro: festeggiano solo quelli che lo avranno in automatico. Cosa c’è da sapere

soldi banconote 50 euro

Come già detto, grazie al Decreto Sostegni è stata approvata l’erogazione del bonus 2400 euro. A tal proposito, come si evince dal messaggio Inps n. 1275 del 25 marzo, per presentare apposita domanda bisognerà ancora attendere. Allo stesso tempo, però, c’è chi potrà beneficare di tale aiuto in automatico.

Tale bonus, ricordiamo, è destinato ai lavoratori stagionali, autonomi occasionali, lavoratori dello spettacolo e altre categorie che hanno dovuto sospendere o cessare la propria attività a causa del Covid. A tal proposito è bene sapere che al momento non è ancora possibile presentare richiesta all’Inps, con l’istituto che sta provvedendo in questi giorni a rendere la piattaforma informatica accessibile a tutti. Intanto a riceverlo in automatico saranno coloro che hanno ricevuto in precedenza il bonus di mille euro erogato grazie al decreto Ristori.

Bonus 2400 euro: importanti novità in arrivo

Ma non solo, grazie all’ultimo messaggio, l’Inps ha reso nota un’importante novità. Possono presentare domanda, infatti, “anche i lavoratori in somministrazione presso aziende utilizzatrici appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, non rientranti nell’ambito di applicazione delle disposizioni in materia di indennità Covid delle precedenti disposizioni”.

Ma non solo, anche per i lavoratori del mondo dello spettacolo sono state introdotte delle novità che consentono di ampliare la platea dei beneficiari. In particolare possono farne richiesta:

  • iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno 30 giorni di contributi versati dal 1° gennaio 2019 e reddito inferiore a 75 mila euro, a patto che non siano titolari di pensione o contratto di lavoro subordinato;
  • lavoratori dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri tra il 1° gennaio 2019 e il 23 marzo 2021, con reddito al 2019 inferiore a 35 mila euro.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, occhio alle novità: cosa prevede il Decreto Sostegni

In attesa di scoprire da quando sarà possibile presentare apposita richiesta, ricordiamo che la domanda dovrà essere inoltrata esclusivamente in via telematica entro il 30 aprile 2021. Non resta quindi che attendere i prossimi giorni e vedere quali saranno le ulteriori disposizioni in merito.