A quanto è stato venduto il libro più costoso al mondo

Trattativa conclusa per l'acquisto di The Bay Psalm Book battuto all'asta come il libro più costoso al mondo.

Trattativa conclusa per l’acquisto di The Bay Psalm Book battuto all’asta come il libro più costoso al mondo. 

Libri
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

Molti si chiedevano, se dopo tanta attesa, questo libro dei salmi sarebbe diventato veramente il più costoso del mondo. Così è stato. Scopriamo di quale libro si tratta.

Il Libro dei Salmi

The Bay Psalm Book è un libro di salmi.  Un genere che nasce e si diffonde dal Medioevo in poi. (Rientrano in questo genere, opere famose come: Canterbury Psalter, St. Albans Psalter e Psalterium Romanum). L’opera è stata prodotta nel 1640 ed è stata venduta all’asta il 26 Novembre 2013 da Sotheby’s per la cifra di 14,2 milioni di dollari.

LEGGI QUI >>> Un tesoro dentro casa: ecco come un libro può rendere ricchi

La base d’entrata per l’acquisto dell’opera era di 6 milioni di dollari, ma dopo pochi minuti la trattativa è volta al termine raggiungendo la cifra di 14,2 milioni di dollari.
A portare a casa il manoscritto, è il famoso finanziere americano, mecenate e filantropo David Rubenstein, che ha condotto la trattiva per telefono dall’Australia.

LEGGI QUI >>> Bonus rosa in arrivo: 1000 euro al mese per le donne

La storia di Bay Psalm Book

Ma perché questo libro ha raggiunto un valore così tanto elevato? Innanzitutto ha un valore significativo per la storia del popolo americano. Venne stampato da alcuni coloni nel diciassettesimo secolo a Cambridge, Massachusetts, in 1700 copie circa.

È composto da 300 pagine e contiene l’intero libro dei Salmi tradotto in inglese. La grande peculiarità risiede nel fatto che venne stampato nonostante le rigide restrizioni imposte dalla madrepatria inglese che ne impedivano la stampa sul territorio americano.

Ma non solo la sua storia è particolare, anche le pagine! La carta utilizzata per realizzare il manoscritto, venne importata illegalmente dall’Ighilterra.  Le copie rimanenti sono possedute delle università di Harvard e di Yale. Di 1700 copie stampate, solamente 11 sono pervenute.