Tutto pronto per l’ultima novità del sistema Cashback: con un’aggiunta nella app Io, sarà possibile accedere al rimborso anche tramite le carte dei supermarket.

Cashback
Foto: Web

Non è stato tolto né modificato troppo dal Decreto Sostegni (come in qualche modo ci si aspettava) ma qualche novità per il Cashback sembra proprio sia in arrivo. Visto che con il sistema di rimborso le transazioni elettroniche sono aumentate vertiginosamente, soprattutto quelle inferiori a 25 euro, si è cercato di imprimere sia una regolamentazione che un input alla misura. Ora, infatti, si potrà partecipare al Cashback anche con le carte fedeltà (ma quelle di credito) del supermercato, come la Fidaty oro di Esselunga o la Supercard di Coop.

Come sarà possibile? Grazie a un’aggiunta nella App di riferimento, Io, che consentirà ai titolari di carte fedeltà di accedere comunque al recupero del 10% delle spese effettuate in modalità pagamento elettronico. Il tetto massimo sarà 150 euro per semestre. Chi già ci ha pensato è Conad, con la Carta Insieme Più. Un servizio che, stando ai numeri riferiti proprio dall’azienda, viaggia già oltre i 300 mila utenti. Per accedere al Cashback basterà registrare la carta di pagamento sull’App Io, alla sezione “Carta di Pagamento supermercati”.

LEGGI ANCHE >>> Il Cashback al nuovo Governo proprio non piace: verso lo stop definitivo

Cashback, rivoluzione con l’aggiornamento: spazio alle credit card dei supermarket

Difficile, ormai, che una famiglia non ne abbia almeno una. Tuttavia, al carta di pagamento di un supermercato sono delle carte di credito cosiddette “brandizzate”, ossia appartenenti esclusivamente alla catena di supermarket che la emette. A ogni modo, in quanto carta di credito a tutti gli effetti, l’emissione arriva da istituti di credito (ad esempio la carta Esselunga porta il marchio Deutsche Bank). Ecco perché queste carte, oltre a garantire gli acquisti nel proprio supermercato di fiducia, possono essere usate anche al di fuori.

LEGGI ANCHE >>> Covid, buoni spesa da 700 euro in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

In sostanza, non si tratta di fidelity card nel senso di raccolta punti ma di veri e propri strumenti di pagamento. Per questo possono essere impiegate nell’ambito del circuito Cashback. Inoltre, qualora la usassimo in un negozio della catena di appartenenza, si potrà godere dei vantaggi specifici che la carta garantisce (in questo caso sì, si parla di bonus).