Attenti alle telefonate che ricevete. Una coppia si è vista sottrarre dei soldi dal conto corrente dopo essere stata contattata da un finto call center. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

Giga illimitati per tutti il 24 e 25 dicembre: la proposta
Fonte foto: (Web)

A causa del Covid ci ritroviamo a dover fare i conti con varie restrizioni, che finiscono per influire anche sulle nostre relazioni interpersonali. Proprio in un contesto del genere, quindi, si sono rivelati particolarmente utili i vari strumenti tecnologici a nostra disposizione, che ci permettono di restare in contatto con amici e parenti seppur distanti. Grazie alle e-mail, alle telefonate, ai social network ed alle applicazioni di messaggistica istantanea, infatti, comunicare è sempre più facile e veloce.

Oltre ai tantissimi vantaggi offerti dalle nuove tecnologie, però, bisogna fare i conti anche con i pericoli. A partire dai falsi coupon su Whatsapp, fino ad arrivare a siti fasulli, sono davvero tante le trappole da dover schivare. Se tutto questo non bastasse negli ultimi tempi si è assistito ad un aumento dei tentativi di vishing, ovvero una forma di truffa che viene effettuata attraverso una telefonata. Ne è un chiaro esempio quanto successo ad una coppia che, dopo essere stata contattata da un finto call center, si è vista svuotare il conto corrente. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> La banca non manda sms! Che fine fanno i nostri soldi se ci truffano?

Call center, attenti alla truffa: con una telefonata vi rubano i soldi. Ecco cosa è successo

Non rispondere assolutamente a questa telefonata: è una truffa
Chiamata spam (Fonte foto: web)

È terribile quanto successo ad una coppia che ha di recente denunciato di essere stata vittima di una truffa, dopo aver ricevuto una telefonata da un numero fisso con il prefisso 06 di Roma. Come raccontato a Il Giorno da una delle vittime: “Nel corso della conversazione l’interlocutore, presentatosi quale dipendente di Intesa Sanpaolo, mi invitava ad accedere al sito di Intesa per effettuare un aggiornamento mediante l’inserimento di alcuni dati

In particolare il truffatore ha convinto la vittima a compilare un form, con tanto di codici che provvedeva nel frattempo ad inviare tramite sms. In seguito ha chiesto di disinstallare e reinstallare l’applicazione della banca. Qualche giorno dopo ha ricontatto la coppia chiedendo di accedere ad un determinato link in quanto, a suo dire, bisognava reimpostare il limite giornaliero per il prelievo.

LEGGI ANCHE >>> Acquisti online, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

Purtroppo le vittime di queste telefonate hanno eseguito tali operazioni, per poi accorgersi qualche giorno dopo che qualcuno aveva prelevato 2 mila euro dal loro conto a loro insaputa. Una truffa studiata a regola d’arte, con le vittime che non hanno potuto beneficiare ancora del rimborso in quanto dalla banca hanno fatto sapere che “non sono responsabili per quello che è accaduto”.