In arrivo i bonus previsti dal Decreto Sostegni per chi lavora nello spettacolo, nel turismo, nello sport e nei lavori a domicilio. 

Bonus stagionali sportivi
Foto di Lisen Kaci da Pixabay

Lavoratori stagionali e in ambito sportivo. Di questi tempi quasi sinonimi visto che entrambe le categorie si trovano di fronte al medesimo problema. Chi opera in lavori definiti “stagionali, intermittenti od occasionali”, stando al Decreto Sostegni potrà beneficiare di un bonus pari a 2.400 euro. Un contributo che includerà anche coloro che lavorano nel mondo dello spettacolo e chi si occupa di vendite a domicilio. Nello specifico, si tratta di un sostegno che verrà assegnato a chi, naturalmente, risponde ai requisiti richiesti. Tuttavia, lo spettro è molto ampio, spaziando dai dipendenti del settore turistico a quelli del domicilio.

Va subito ricordato che, per poter accedere al bonus, non bisogna rientrare fra i beneficiari dell’indennità di disoccupazione (Naspi). Stesso discorso per coloro che possiedono un contratto di lavoro dipendente in essere (a eccezione di quelli a intermittenza) e per chi percepisce una pensione. Requisito essenziale per i lavoratori del settore turistico, l’aver cessato in modo involontario il rapporto di lavoro nel periodo fra l’1 gennaio 2019 e la data che segna l’entrata in vigore del Decreto Sostegni. In ultimo, l’aver svolto (nello stesso periodo), almeno 30 giornate di lavoro.

LEGGI ANCHE >>> Conto cointestato con un genitore, come evitare faide in famiglia

Stagionali e sportivi, regole e requisiti per i Bonus: ecco gli importi

Per i 2.400 euro, in riferimento ai lavoratori del settore turistico, resteranno validi i requisiti posti in essere (incluso l’assenza di trattamento pensionistico) ma sarà necessaria la titolarità di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato (con validità di almeno 30 giorni) nel settore del turismo e degli stabilimenti termali. La data compresa è sempre tra l’1 gennaio 2019 e l’entrata in vigore del decreto. Le tempistiche per l’inoltro delle domande verrà stabilito dall’Inps, probabilmente entro aprile 2021. Possibile, per chi ha ricevuto indennità simili in precedenza, l’accredito automatico. Ma in caso verrà comunicato.

LEGGI ANCHE >>> Bonus 2021: tutti quelli da richiedere senza modello Isee

Per i lavoratori dello sport, nell’articolo 9 del Decreto Sostegni vengono previsti incentivi fra 1.200 e i 3.600 euro. Il riferimento è ai compensi 2019 e verranno calcolati in 3.600 euro per quelli superiori a 10 mila euro. Fra 4 mila e 10 mila euro, l’indennità sarà pari a 2.400 euro, mentre per gli inferiori a 4 mila euro l’indennità saranno pari 1.200 euro. A gestire il bonus, come in precedenza, sarà Sport e Salute Spa.