Numerosi i bonus accessibili per questo 2021 promossi dal Governo. Per molti di essi non è necessario il modello Isee.

Il Governo Draghi attraverso l’attuazione del decreto Sostegni ha rilanciato la possibilità di accesso, per i cittadini italiani a numerosi bonus. La misura, ha come compito principale quello di sostenere i cittadini negli impegni quotidiani e non. Lo smart working, la possibilità di restare dunque in casa a lavorare in presenza di figli in età di didattica a distanza. I bonus baby sitter, per i genitori che lavorano ed hanno bisogno di un contributo per pagare, per l’appunto qualcuno che si occupi dei propri figli.

Confermati, inoltre, quei bonus che già negli scorsi anni avevano in qualche modo sostenuto le tasche degli italiani. Tra questi quello relativo all’acquisto di tv, o anche di pc e tablet, estendibile, utilizzabile insomma anche alle spese riguardanti l’accesso a servizi di connessione. I bonus mobilità, che hanno consentito l’acquisto di bici elettriche o monopattini sempre elettrici. Sostenendo insomma l’ambiente, oltre che gli italiani.

LEGGI ANCHE >>> Giovani e studenti premiati: ecco il bonus da 250 euro

Bonus 2021: tutti gli altri bonus promossi o confermati dal Governo Draghi

Numerosi, inoltre tutti gli altri bonus confermati o promossi dall’esecutivo guidato dall’ex capo della Bce Mario Draghi. Il bonus bebè ad esempio che consente di ottenere una quota mensile in base al proprio reddito nel corso del primo anno di vita del bambino. Il bonus asilo nido che consente di sostenere le spese mensili per mantenere il proprio bambino presso una struttura per l’infanzia. Aiuti preziosi per le famiglie italiane.

I bonus insomma non mancano, gli aiuti alle famiglie italiane sono numerosi e tutti accessibili. Pochi i requisiti, nella maggior parte dei casi solo ed esclusivamente il reddito Isee ma in alcuni casi, per alcuni, anzi non è necessario presentare alcuna documentazione inerente al proprio reddito.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, in arrivo bonus da 2400 euro: tutto quello che c’è da sapere

Il Governo, insomma prosegue nell’azione di promozione di misure atte a semplificare, in alcuni casi, per quanto possibile la vita degli italiani.