La possibilità di ottenere il bonus 2400 euro sta ingolosendo un po’ tutti. Ma chi riguarda nello specifico e quali sono le condizioni per ottenerlo? 

Bonus 2400 euro
Soldi del bonus (Fonte foto: Pixabay)

La fase di stallo sembra ormai passata, con l’approvazione del nuovo decreto Sostegni lo scorso 19 marzo 2021, finalmente potranno essere dispensati nuovi sussidi alle categorie di lavoratori penalizzate dalle restrizioni anti-covid. 

Verranno presi in considerazione anche coloro che finora sono stati messi un po’ da parte e potenziati gli ammortizzatori sociali per chi da ottobre/novembre fino ad ora non ha praticamente potuto svolgere la sua attività. Tra questi figurano anche i lavoratori del mondo dello spettacolo, i lavoratori stagionali, degli stabilimenti balneari e dello sport. 

LEGGI ANCHE >>> Lavoratori marittimi, nuova chance dall’Inps per i 600 euro di bonus

Bonus 2400 euro: requisiti e tempistiche per la domanda

Per coloro che sono impegnanti in ambito teatrale e cinematografico, il bonus previsto è abbastanza lauto. Nello specifico ammonta a 2400 euro una tantum, a patto però che sussistano determinate condizioni. 

La prima è l’iscrizione al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo. Possono richiedere il sostegno i soggetti che hanno versato almeno 30 contribuiti giornalieri dal 1 gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del suddetto decreto. Il reddito complessivo però non deve superare i 75.000 euro. Ha diritto al bonus anche chi ha maturato 7 contributi giornalieri dal 1 gennaio 2019 al 19 marzo 2021 con un reddito inferiore a 35.000 euro. 

Per ottenere il beneficio non bisogna essere titolare di pensione, di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o di contratto intermittente con corresponsione dell’indennità di disponibilità. 

LEGGI ANCHE >>> Bonus 2021: tutti quelli da richiedere senza modello Isee

C’è ancora molto tempo a disposizione per presentare la domanda. Il termine ultimo è fissato per il 30 aprile 2021. Tutte le informazioni del caso sono reperibili nell’apposita sezione dedicata del sito dell’INPS. Il pagamento avverrà in automatico per i lavoratori che già in passato hanno ricevuto il bonus in denaro. Sarà sempre l’Istituto di Previdenza Sociale a farsene carico.