Truffa dell’SMS bancario, così vi svuotano il conto

Uno strano messaggio arriva agli utenti della banca Intesa Sanpaolo con la dicitura del conto bloccato, ma in realtà è una truffa.

truffaNon si fermano gli hacker della truffa bancaria che ormai imperversa da qualche tempo e che sta svuotando una serie di conti bancari di poveri sfortunati.

Sono molte le banche anche con nomi altisonanti che sono rimaste coinvolte in questa truffa, l’ultima delle quali è la famosa Intesa Sanpaolo.

Tutto parte da un SMS che arriva sul cellulare del malcapitato da parte di questa banca con su scritto: “INTESA SANPAOLO: la tua utenza è stata bloccata per mancata sicurezza web, per informazioni proseguire tramite il portale indicato“.

Il messaggio è allegato come sempre da un link che riporta ad una finta pagina di atterraggio della banca; su questa pagina vi sarà descritta una finta normativa che comunica al cliente che il 12 agosto è stata introdotta la normativa PSD2 e per questo vanno aggiornati i dati bancari altrimenti si rischia il blocco dell’utenza.
Se si effettua questa operazione il conto verrà immediatamente svuotato! Esattamente, perché dando i propri dati bancari agli hacker, questi subito toglieranno tutti i fondi dal conto della persona.
La banca Intesa Sanpaolo, avendo avuto più volte questa tipologia di problema, sta cercando di sviluppare una contromossa che avvisi il proprio utente in caso di pericolo.
Certo è che la banca non chiederà mai dei dati sensibili come una password o dei contatti bancari al proprio assistito, dunque appena si vedono questi messaggi l’unica cosa da fare è segnalarlo alle autorità competenti e cancellarlo dalla propria rubrica dei messaggi.
Purtroppo in molti sono stati già truffati da questa tipologia di hackeraggio per svuotare conti correnti e molto spesso i criminali utilizzano addirittura dei call center fasulli ad hoc che inspirino ancora più fiducia nel dare i propri dati a questi criminali informatici.