Invio del documento all’Agenzia delle Entrate: cambia ancora la data

Ancora uno slittamento per il documento da inviare all’Agenzia delle entrate. Troppe scadenze e quindi ancora proroga.

Certificazione unica

Slitta ancora la data utile per l’invio del particolare documento all’Agenzia delle Entrate. Il mese di marzo, notoriamente ricco di scadenze fiscali, quest’anno ha voluto letteralmente strafare. Non si contano ormai più le scadenze impellenti che proprio in questo mese convogliano, tutte insieme. Succede insomma che da un lato si preferisca rimandarne qualcuna per consentire a tutti gli operatori un più agibile lavoro nell’interesse di tutti.

Il ministero preposto ha infatti disposto a mezzo comunicato, all’intera componente dei contribuenti, considerato che non tutti la scadenza potrà essere gestita, eventuali slittamenti e se si in che data sarà poi possibile adempire a tali scadenze. La situazione appare complessa e delicata anche per quel che riguarda gli uffici statali che spesso non riescono a gestire al meglio l’enorme mole di lavoro dovuta ai vari impegni fiscali.

LEGGI ANCHE >>> Riforma Fisco, cambiamenti in vista: scenario inaspettato

Invio del documento all’Agenzia delle Entrate: ecco cosa succede nei dettagli

Tutti gli interessati dovranno quindi fare attenzione alla data che l’Agenzia metterà a disposizione per loro per l’accesso alla certificazione in questione. Per tutti gli altri dovrebbe già essere disponibile i modello attraverso il sito web preposto, quello dell’Inps e verificare l’effettivo stato della singola posizione. A quel punto, per tutti gli altri sarà necessario soltanto attendere e quindi poi accedere al prezioso documento.

Slittamento in avanti anche per la conservazione delle fatture elettroniche, altri tre mesi insomma, considerate le dinamiche e le situazioni che oggi riguardano il nostro paese. Gli impegni fiscali fioccano, insomma per gli italiani. Marzo sarà un pese terribile sotto l’aspetto degli incassi obbligatori, vedi contributi Inps e tante altre scadenze fiscali.

LEGGI ANCHE >>> Inps, attenti alle lettere sul ricalcolo delle pensioni: come difendersi

Mese delicato di grandi impegni fiscali, insomma, che andrà a far pesare ancor di più il lungo momento di crisi economica che ha investito il nostro paese.