16 marzo da incubo: tutte le scadenze fiscali

16 marzo giornata di passione e di pressione fiscale. Innumerevoli le scadenze che proprio in questo giornata si susseguono.

Scadenza tasse
Scadenza tasse (Adobe)

Marzo è già di per se un mese particolare in quanto a scadenze relative al fisco. Ma c’è un giorno in cui tutto e più di tutto si concentra, almeno stavolta, è il 16. Di questo giorno una incredibile serie di scadenze attende i contribuenti italiani. Una sorta di giorno maledetto per impegni e pagamenti. Tutto e più di tutto, come detto. Gli italiani verso una giornata propriamente infuocata, considerato il momento storico e sociale che attraversa il nostro paese.

Liquidazione e versamento Iva, saldo Iva 2020, il decreto Ristori ed i suoi versamenti sospesi dei mesi di novembre e dicembre. Certificazione Unica 2021, trasmissione e consegna, versamento di ritenute operate nel mese di febbraio 2020 sui redditi di lavoro, iva su scissione pagamenti, e tanto altro ancora. Questo e tanto altro ancora attende gli italiani nella sola giornata di oggi, una sorta commemorazione unica delle scadenze fiscali.

LEGGI ANCHE >>> Riforma Fisco, cambiamenti in vista: scenario inaspettato

LEGGI ANCHE >>> Maradona, il Fisco si pronuncia: Non è un evasore

16 marzo da incubo: cosa attende i contribuenti italiani

Gli italiani in questa fase sono assolutamente concentrati sulle misure del decreto Sostegno, che in qualche modo proverà a dare respiro alla popolazione con una serie di interventi che andranno, con assoluta probabilità a concentrarsi proprio su pressione fiscal e reddito. In questa fase, il Governo proverà ad alleviare gli effetti della crisi sui cittadini e ad ipotizzare un piano di rilancio, che possa riguardare il paese nel post emergenza.

Al momento c’è ancora incertezza su ciò che deciderà il Governo, le voci si susseguono tra conferme e smentite. Ciò che appare certo, è il fine di questa manovra, che porterà di sicuro numerosi vantaggi agli italiani e la possibilità di concepire un maggiore stabilità economica attraverso interventi mirati che servano ad alleggerire la pressione fiscale, attuale e pregressa. Il paese ha bisogno di ripartire e l’esecutivo farà di tutto per rendere la cosa più agevole possibile.