Questa parola cosi complicata riguarda la collezione di tutto ciò che concerne i fiammiferi: se li avete casa potreste fare un bel gruzzolo.

Probabilmente solo i grandi collezionisti lo sanno, ma tutto ciò che riguarda la collezione di fiammiferi viene chiamata in termine tecnico filumenistica.

Tra gli oggetti ed i ninnoli collezionabili in questo campo troviamo: scatole di fiammiferi, etichette di scatole di fiammiferi, matchbooks, matchcovers, matchsafes,

La filumenistica può essere anche molto redditizia se si trovano oggetti da collezione molto rari, come è anche per altri ambiti del collezionismo d’autore: la numismatica per le monete o anche la filatelia per i francobolli.

Se si controlla nei vecchi cassetti di casa, dunque, si potrebbe trovare un vero e proprio tesoro nascosto.

Filumenistica e fiammiferi: nel cassetto di casa potreste avere un patrimonio

La collezione di fiammiferi è un’attività che risale addirittura all’800′ e che ha portato alla creazione in Svezia dei fiammiferi di sicurezza, ovvero quei fiammiferi che non prendono fuoco in maniera accidentale.

In particolare dunque i fiammiferi più di valore per i collezionisti e che potrebbero valere di più sono divisi in due temporalità storiche del diciannovesimo secolo: quelli prima della metà dell’ottocento, ovvero quelli che sono stati messi in commercio prima di quelli svedesi di sicurezza e, appunto, quest’ultimi anche di estremo valore.

In Italia poi hanno un valore anche elevato le scatole di fiammiferi che rappresentano le città italiane più importanti: Roma, Napoli, Venezia ecc…

Un altro cimelio antico che potrebbe essere molto raro e di estremo valore potrebbero essere le macchine da cucina che utilizzavano le nostre nonne.

Chi infatti ha a casa una macchina da cucire che risale all’Ottocento o al Novecento dovrebbe mostrarla a dei collezionisti che sicuramente potrebbero essere disposti a spendere parecchi soldi per aggiudicarsi un cimelio del genere.