Buone notizie in arrivo per i beneficiari del reddito di cittadinanza; un po’ meno, invece, per Mario Draghi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

Foto Mario Draghi by Thomas Lohnes/Getty Images

Il precedente esecutivo ha deciso di introdurre il reddito di cittadinanza al fine di offrire un sostegno alle persone che si ritrovano a vivere un momento di difficoltà economica. Non stupisce, quindi, che proprio nel corso dell’ultimo anno si sia assistito ad un vero e proprio boom di richieste, in seguito alla crisi causata dall’impatto del Covid sull’economia. Se tutto questo non bastasse, si è assistito al crollo del governo Conte bis, con Mattarella che ha affidato l’incarico di guidare il nostro Paese a Mario Draghi.

L’ex governatore della Banca Centrale Europea, quindi, è il nuovo presidente del Consiglio dei ministri. In molti, pertanto, si chiedono quali saranno le sue decisioni in merito alle varie misure adottate dal precedente esecutivo, tra cui il reddito di cittadinanza. Ebbene, proprio su tale sussidio vi sono importanti novità in arrivo, con Draghi che si ritrova, dal suo canto, a dover fare i conti con delle pessime notizie. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza: “il trucco” utilizzato per comprare anche generi proibiti

LEGGI ANCHE >>> Viaggia con la Ferrari: in tasca il Reddito di Cittadinanza

Dl Sostegno, il destino del reddito di cittadinanza è segnato: importanti novità in arrivo

Come già detto, il precedente esecutivo ha deciso di introdurre il reddito di cittadinanza e sono in molti ad attendere le decisioni in merito da parte del nuovo governo a guida Draghi. Ebbene, stando alle ultime indiscrezioni, sembra che vi siano delle importanti novità in arrivo in merito. Stando a quanto riportato dall’Ansa, infatti, tale sussidio verrà rifinanziato per 1 miliardo di euro grazie al decreto Sostegno. Ma non solo, verrà prorogato anche il Reddito di emergenza.

La questione sarebbe finita al centro dell’attenzione di un incontro avvenuto nei giorni scorsi tra il ministro del Lavoro Andrea Orlando e il titolare dell’Economia Daniele Franco. Come chiarito da alcune fonti del Ministero dello sviluppo economico, così come riportato dall’Ansa: “Il decreto sostegno prevederà interventi calibrati sui danni economici effettivamente subiti, prendendo a riferimento un’intera annualità e non singole mensilità“.

Reddito di cittadinanza, minacce a Mario Draghi: cosa è successo

In attesa di scoprire quali saranno le misure riguardanti il reddito di cittadinanza, grazie al decreto Sostegno, Mario Draghi si ritrova a dover fare i conti con delle pessime notizie. Come raccontato all’Adnkronos dalla portavoce del Movimento Draghi Presidente, ovvero Daria Cascarano, hanno ricevuto “una telefonata dal contenuto altamente minaccioso nei confronti del Presidente Draghi” in cui un anonimo ha detto: “Il governatore Draghi?“, con il portavoce del Movimento che ha replicato: “No, no, no, questo non è il numero del governatore Draghi“.

L’anonimo ha quindi proseguito: “Noi veniamo a Roma, e non tocchi il reddito di cittadinanza, perché siamo un migliaio di persone, che non lo tocca…“. Per poi aggiungere:: “Lui fa la fine che ha fatto Falcone, non lo tocca“. “Preso atto della gravità dei contenuti minatori, in particolare riferimento al dott Falcone ed alla sua tragica fine“, i responsabili del Movimento “si sono recati al Commissariato Trevi di Roma per presentare circostanziata denuncia depositando audio e trascrizione della minaccia ricevuta“.