Come risparmiare sulla bolletta elettrica: conviene aspettare ancora?

Bolletta elettrica, risparmiare farebbe molto comodo, ma cosa conviene fare, attendere o tuffarsi nel mercato libero?

Come risparmiare sulla bolletta elettrica: conviene aspettare ancora?
Calcolo bollette (Fonte foto: web)

La fine del Mercato Tutelato, ha ricevuto un anno di proroga, grazie ad un decreto di cui nome dice tutto, il Milleproroghe. Di conseguenza, molte famiglie si chiedono se a questo punto, per risparmiare in bolletta conviene attendere o passare subito al Mercato Libero. I consumatori privati, così come associazioni e microimprese, potranno farlo solo dall’1 gennaio 2022.

Per fare un paragone tra Mercato Tutelato e Mercato Libero, sono state equiparate due bollette in modo da comprendere con quale regime si paga di più. Ebbene, in una bolletta di una famiglia passata al Mercato Libero ad aprile 2020 con consumi di 2.700 kWh, si paga uguale somma di chi è rimasto nel Mercato Tutelato. Chi è sato bravo a trovare la miglior offerta risparmiato il 20%, senza tener conto di particolari offerte.

Leggi anche>>> Risparmio, boom in tempo di Covid: ma la ripresa è un salto nel buio

Leggi anche>>> Autolettura del gas: perché è meglio farla e come non sbagliare

Bolletta elettrica, chi deciderà i prezzi in futuro?

Per il futuro, le notizie non sarebbero buone. Infatti, tra aprile 2021 e marzo 2022 gli utenti troveranno una nuova ascesa del prezzo nella bolletta elettrica nella misura dell’8% rispetto al passato. E quindi la spesa di una famiglia tipo, sarebbe di 525 euro per l’elettricità, senza tener conto del Servizio di Maggior Tutela che blocca un’offerta media sul Mercato Libero. Ma la bolletta annua può ridursi anche dell’11%.

Valutando la polizza elettrica andiamo a notare tantissime voci, senza riuscire a percepire quali siano i costi fissi e quelli variabili. Ed intanto, il costo dell’energia va ad incidere attorno al 40% sulla somma totale presente sulla bolletta.

E quindi, a maggior ragione, quando dovremo scegliere tra Mercato Tutelato e Mercato Libero è veramente d’obbligo fare molta attenzione. Sappiamo però qual è il modus operandi, le tariffe del Mercato Libero vengono istituite sulla base dei principi della libera concorrenza. Mentre, per il Mercato Tutelato ad applicare le condizioni è l’ARERA. E qui il prezzo cambia con cadenza trimestrale e quindi l’utente non avrà mai un preventivo preciso sulla spesa annua.