I Millennials e le nuove esigenze economiche: prestiti per situazioni difficili

Non vengono più chiesti prestiti per matrimoni o vacanze, ma per situazioni che principalmente sono di emergenza.

prestito

Uno studio effettuato su un campione di 500.000 domande per prestiti finanziari per un range di età tra i 25 ed i 40 anni ha svelato quali sono le motivazioni per i quali i cosiddetti millennials richiedono dei prestiti bancari.

Quando parliamo di millennials parliamo di quella cosiddetta Generazione Y che succede la Generazione X e che è nata tra gli anni ottanta e la metà degli anni 90, ovvero alla fine del millennio e del ventennio secolo.

Nell’entità effettiva delle domande effettuate, più di una su tre  è richiedente con età compresa tra i 25 e i 40 anni (38,1%), valore in aumento del 5% rispetto al 2019 della percentuale della richiesta di prestito,

Nel 2020 inoltrel’importo medio richiestodai cosiddetti millennials è stato pari a 10.907 euro, vale a dire il 7% in più rispetto al 2019.

Quindi per cosa chiedono prestiti le persone facenti parte di questo target di età?

I Millennials e le nuove esigenze economiche: prestiti per situazioni difficili, non per viaggi o matrimonio

Mentre la generazione precedente a questa era abituata a chiedere prestiti per matrimonio o viaggi vacanze.

Le richieste sono più che altro per difficoltà finanziaria, che possono riferirsi all’acquisto di auto usate, ottenimento di liquidità e ristrutturazione della casa.

Crollata dunque la richiesta per le motivazioni precedentemente citate, in particolare in percentuale i prestiti richiesti per la formazione sono diminuiti del 16%, quelli per i matrimoni del 39% e quelli per viaggi e vacanze addirittura del 51%.

Senza ombra di dubbio la pandemia ha portato a nuove necessità lavorative e di stile di vita, che cozzano con la vita spesso agiata e libera che i millennials facevano negli anni precedenti e che ora ha portato un aumento del disagio sociale e delle problematiche personali da risolvere.