Si aggiunge alla lista un nuovo importante aiuto: come accedere al bonus asilo nido

L’INPS ha messo a disposizione un bonus per asilo nido a partire dall’anno corrente. Non sarebbe necessaria neanche l’ISEE.

Bonus asilo nido

 

Comunicazione INPS con il messaggio numero 802/2021 con il quale comunica la possibilità a partire dall’anno corrente, per le famiglie con figli piccoli, di accedere al bonus asilo nido pubblici e privati.

Sarebbe una somma di 1500 euro lordi, con la possibilità anche di avere assistenza in caso di bambini con gravi disabilità.

Il bonus può essere richiesto da tutte le famiglie con a carico figli entro i 3 anni di età, un modo per aiutare quelle famiglie con gravi problematiche, che non possono badare ai figli, o anche appunto con figli disabili o affetti da gravi patologie.

I figli devono essere iscritti ufficialmente al nido e possono essere sia figli naturali della coppia richiedente, sia figli adottivi.

Bonus si aggiunge alla lista: il bonus asilo nido, come accedervi? Tutte le regole da seguire

A chi è dedicato il bonus? Dal 2019, la misura è stata innalzata fino a un massimo di 3.000 euro sulla base dell’ ISEE minorenni, in corso di validità:

ISEE minorenni fino a 25.000 euro = budget annuo 3.000 euro (importo massimo mensile erogabile 272,72 euro per 11 mensilità).

ISEE minorenni da 25.001 euro fino a 40.000 euro = budget annuo 2.500 euro (importo massimo mensile erogabile 227,27 per 11 mensilità)

ISEE minorenni da 40.001 euro = budget annuo 1.500 euro (importo massimo mensile erogabile 136,37 per 11 mensilità).

Per chi non presenta l’Isee, oppure l’Isee mostra omissioni o difformità è possibile fare domanda per accedere al bonus asilo di nido di 1.500 euro annui.

Può essere richiesto per bambini nati entro il 2018, il pagamento si ottiene direttamente su libretto o conto corrente.

La domanda deve essere presentata da un unico genitore ed ha validità se presentata tramite SPID o carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.

Dal 1° ottobre 2020 l’accesso ai servizi Inps per i nuovi utenti è solo a mezzo SPID, CIE o CNS. L’alternativa per presentare la domanda è rivolgendosi ai CAF o patronati.