Ufficiale, le famose tasse della Pace Fiscale con scadenza a marzo, verranno prorogate: parliamo di rottamazione ter, saldo e stralcio

Rate di marzo: proroga per Rottamazione Ter, Saldo e Stralcio del 2020
Tasse da pagare (Fonte foto: web)

Se ne parlava già da diversi giorni ed ora è anche ufficiale: le tasse dette della “Pace Fiscale”, ovvero rottamazione ter e saldo e stralcio con scadenza a marzo, saranno prorogate a nuova data. La crisi di liquidità, causa pandemia e politiche contenitive, faceva già immaginare a diverse proroghe sulle tasse.

Di ieri, 27 febbraio 2021, il comunicato con il quale, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha fatto sapere in forma ufficiale, che “è in corso di redazione il provvedimento che differirà il termine del 1° marzo 2021 per il pagamento delle rate della “rottamazione-ter” e del “saldo e stralcio”. Capiamo meglio cosa significhi.

Leggi anche>>> Fatture web, nuovo software: l’Agenzia delle Entrate affina le armi anti-furbetto

Leggi anche>>> Decreto milleproroghe finalmente legge: novità per scuole, lauree e cunei fiscali

Rate di marzo: quali e perché sono rinviate

Nel comunicato del MEF, riguarda le rate del 2020 ancora da versare ed a cui si aggiunge la prima rata del 2021 della rottamazione-ter.​ Le scadenze nuove, non sono ancora rese note ed il provvedimento, ufficialmente, entrerà in vigore dal 1° marzo 2021. I pagamenti, anche se non intervenuti entro tale data, saranno considerati tempestivi purché effettuati nei limiti del differimento che sarà disposto​.

Tutto questo ha un motivo. Il Decreto Ristori Quater, era intervenuto per la Rottamazione ter, e su Saldo e Stralcio, definendo la proroga al 1° marzo del 2021 termine ultimo per le rate scadute del 2020. I problemi sorgevano in quanto soltanto per il mese di marzo, c’erano già otto rate in scadenza per la Pace Fiscale. Quindi, la proroga è servita a non creare un enorme ingorgo. In particolare, con marzo 2021, scadevano:

  •  1° marzo: sarebbero dovute scadere le 5 rate della rottamazione ter (4 del 2020, più una rata ordinaria del 2021) e 2 rate del saldo e stralcio dello scorso anno;
  • il 31 marzo, invece, è prevista la scadenza della prima rata ordinaria del saldo e stralcio per il 2021.

Per quanto riguarda quindi la proroga, ecco quanto leggiamo nel comunicato di ieri:

“è in corso di redazione il provvedimento che differirà il termine del 1° marzo 2021 per il pagamento delle rate della “rottamazione-ter” (articoli 3 e 5 del DL n. 119/2018) e del “saldo e stralcio” (art. 1 commi 190 e 193 della Legge 145/2018)”.