Non è un mistero che Al Bano Carrisi si sia sempre lamentato dell’importo percepito sulla sua pensione. Ecco quanto percepisce effettivamente.

Al Bano Carrisi, pseudonimo di Albano Antonio Carrisi, è un cantautore, personaggio televisivo e attore italiano.

Al Bano Carrisi: chi è, altezza, carriera e patrimonio

  • Nome: Albano Antonio Carrisi
  • Altezza: 166 cm
  • Peso: 78 kg
  • Data di nascita: 20 maggio 1943
  • Luogo di nascita: Cellino San Marco

Al Bano, è sicuramente tra i personaggi più apprezzati del panorama musicale italiano e molto spesso è sulle prime pagine delle copertine di Gossip. Ancora oggi la sua relazione, ormai con l’ex moglie Romina Power, fa parlare, specie da quando il duo storico si è ricongiunto, per la gioia dei fan.

Al Bano, già durante il primo lockdown, ha rilasciato delle dichiarazioni, all’AGi, in merito all’assegno pensionistico da lui percepito.

Secondo il cantante di Cellino San Marco, l’importo dell’ assegno troppo basso rispetto alle tasse e i contributi versati da quando ha cominciato a lavorare.

Ma quanto percepisce effettivamente Al Bano?

LEGGI ANCHE >>> Non saranno soldi, ma i cari vecchi Gettoni Telefonici valgono una fortuna!

LEGGI ANCHE >>> Se volete diventare milionari, andate a Pordenone: doppio colpo al Gratta e Vinci!

Al Bano Carrisi: quanto percepisce di pensione

Al Bano Carrisi, nella sua ultima intervista rilasciata all’ Agi, sosteneva che l’ assegno pensionistico percepito era troppo basso.

Al Bano, nell’ultima intervista rilasciata all’Agi, così, dichiarava: “Il mio assegno ammonta a 1470 euro al mese. Fino a qualche mese fa erano soltanto 1370. Non capisco come sia possibile visto che nella mia vita ho sempre versato i contributi, fin da quando ero contadino qui in Puglia e poi metalmeccanico a Milano”.

A preoccupare Al Bano non è solo la pensione ma anche l’emergenza Covid, in particolar modo per le conseguenze che questo sta avendo nel mondo della musica e dello spettacolo.

Al Bano spiega, infatti, che con le misure restrittive volte a combattere il Covid-19 non è più possibile organizzare concerti e che una buona parte delle sue entrate sarebbe ‘eliminata’.