Bonus asilo nido: si parte con le domande per ottenere fino a 3000 euro

È ufficialmente partito il periodo per la presentazione delle richieste per il bonus asilo nido. Ecco i tempi da rispettare e quali requisiti bisogna avere 

Bonus asilo nido
Fonte Pixabay

L’attesa è giunta al termine, finalmente è possibile inoltrare le domande per ottenere il bonus asilo nido 2021. Sul sito dell’Inps è infatti disponibile la procedura online con l’apposito modulo. C’è tempo fino al 1 aprile 2021 per richiederlo.

Per chi non ne fosse a conoscenza questo ammortizzatore sociale è destinato alle famiglie con un reddito basso che devono necessariamente pagare le rette per permettere ai propri figli di frequentare gli asili nido pubblici e privati autorizzati. 

Lo strumento può essere utilizzato anche anche per supportare presso le proprie abitazioni i bambini con meno di tre anni affetti da grave patologie croniche. La domanda deve essere presentata dal genitore che si incarica dell’onere di pagare le spese scolastiche e deve indicare le mensilità di frequenza scolastica per cui si vuole ottenere il sussidio. È necessario però presentare le ricevute di avvenuto pagamento delle tasse scolastiche, per certificare l’effettivo bisogno.

LEGGI ANCHE >>> Bonus famiglie 2021: cosa cambierà con l’anno nuovo

LEGGI ANCHE >>> Bonus sociale, addio alle domande: ora è tutto automatico e funziona così

Bonus asilo nido: importi erogabili

Il primo fattore da tenere in conto, è che il bonus non è il medesimo per chiunque lo richieda, ma per forza di cose, varia in base al reddito familiare. A tal proposito è determinante il modello ISEE minorenni, ovvero una dichiarazione utilizzata per richiedere all’INPS alcune prestazioni per i minori.

Nello specifico, ecco come è suddiviso per l’anno 2021:

  • 3000 euro di bonus annuali a fronte di un ISEE minorenni fino a 25mila euro, 
  • 2500 euro all’anno quando l’ISEE minorenni è compreso tra 25mila e 40mila euro, 
  • 1500 euro dispensati in anno qualora l’importo ISEE minorenni è superiore a 40mila euro.

Sono molteplici le modalità di fruizione che i genitori possono scegliere. Tra queste figurano il bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale o versamento su carta di credito prepagata con Iban. 

Bonus asilo nido: requisiti

Il primo criterio per l’erogazione del bonus è che il bambino in questione non deve aver ancora compiuto 3 anni e che i genitori siano in regola con le rette mensili. Inoltre devono essere cittadini italiani o nel caso si trattasse di stranieri è indispensabile la cittadinanza italiana o il permesso di soggiorno UE di lungo periodo. 

Il genitore può presentare la domanda o direttamente sul sito dell’INPS o affidandosi ad un CAF abilitato. Anche se il termine ultimo è il 1 aprile 2021 è bene affrettarsi. Laddove dovesse esaurirsi il budget stanziato per il 2021 sarà applicato il criterio dell‘ordine cronologico. Dunque il rischio di rimanere fuori nonostante si rientri nei parametri è da prendere in considerazione. Per ovviare a questo problema non è da escludere che vengano elargiti importi più bassi in modo tale da accontentare tutti o quasi.