Allarme rosso Whatsapp, la truffa del codice dilaga in Italia

Numerosi segnalazioni a Civitavecchia. Se arriva un sms strano non rispondete: vi ruberebbero l’account di Whatsapp.

Whatsapp truffa codice
Foto: Web

Per la serie nessuno è al sicuro. La tanto temuta truffa della rete, che mette nel mirino gli account di Whatsapp, arriva anche in Italia. Forse un’ironia della sorte il fatto che idealmente approdi anche nella città che ospita uno dei principali porti del nostro Paese, quello di Civitavecchia. La famigerata “truffa del codice”, infatti, ha come ultimissima segnalazione proprio la città alle porte di Roma, dove qualcuno ha fatto sapere di aver ricevuto il fatidico messaggio-trappola: “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?”.

Manco per sogno. Se mai dovesse arrivare un messaggio così sul vostro telefono, non fate nulla che non sia una segnalazione alla Polizia Postale. Si tratta, infatti, del messaggio usato come cavallo di Troia dai pirati della rete per tentare di “bucare” i nostri profili Whatsapp e, di conseguenza, avere accesso a dati riservati. Magari, perché no, anche qualche password potenzialmente remunerativa.

Due considerazioni prima di farsi prendere dal panico. E’ vero che il messaggio-truffa arriva da un contatto presente in rubrica, ma è altrettanto vero che poche e stringate parole, da parte di un numero con il quale magari non parliamo abitualmente dovrebbero far già annusare puzza di bruciato.

Inoltre, è sempre bene non inviare mai codici via messaggio, men che mai se non si ha l’assoluta certezza di cosa si sta mandando. Anche perché, nel caso si cada nel tranello, si potrebbe innescare un circolo vizioso: il cybercriminale, infatti, potrebbe procedere con lo stesso trucco anche nei confronti di altri contatti della nostra rubrica.

LEGGI ANCHE >>> Italiani, popolo di poeti, navigatori… e di risparmiatori o investitori?

LEGGI ANCHE >>> “Qui non c’è Covid”: la strana storia dell’isola sfuggita al virus

Allarme rosso Whatsapp, la truffa del codice dilaga in Italia: come riconoscerla

A Civitavecchia, secondo quanto segnalato in numerosi post su Facebook, sarebbe accaduto che molti cittadini avrebbero ricevuto questo messaggio e, in alcuni casi, subito un furto d’identità. Ragion per cui hanno deciso di sporgere denuncia e segnalare anche sul web di fare attenzione a questo trucco piuttosto subdolo.

Inutile dire che, qualora il messaggio arrivi, non bisogna per alcuna ragione cliccare su eventuali link interni. Se invece si cade nella frode, meglio avvisare subito tutti i nostri contatti, invitandoli a non dar fede a eventuali messaggi simili inviati da noi.

Un modo per recuperare l’account comunque c’è. Basterà accedere a Whatsapp con il numero di telefono dell’operante e attivare la verifica del numero inserendo il codice di 6 cifre che verrà inviato su Whatsapp. Il pirata verrebbe in questo modo… ributtato in mare.