Italiani, popolo di poeti, navigatori… e di risparmiatori o investitori?

Secondo un sondaggio di Wall Street Italia, sarebbe stato chiesto agli italiani se preferiscano risparmiare o investire i loro soldi.

soldi

Gli italiani sono un popolo che spende o che risparmia? Questa è la domanda che spesso ci facciamo quando parliamo di economia del nostro bel paese.

In particolare in un periodo di difficoltà anche economica come questo della pandemia che stiamo vivendo, la variabile economica diventa un’incognita ancora più grande.

Un sondaggio effettuato da Wall Street Italia potrebbe rispondere al quesito e dare un quadro generale delle condizioni economiche e del pensiero della maggior parte degli italiani su cosa fare con i propri soldi in questo momento storico.

Italiani, popolo di poeti e navigatori… e di risparmiatori o investitori? Un sondaggio ha dato la risposta

Dai dati raccolti del Web Opinion Index risulterebbe infine che tra la spesa ed il risparmio, gli italiani in questo momento preferiscono la seconda opzione.

L’indice varia da -100 a +100 e 0 rappresenta il valore soglia. Valori maggiori di zero indicano propensione al risparmio. Valori minori di zero indicano propensione all’investimento. 0-25 basso, 25-50 medio-basso, 50-75 medio-alto, 75-100 alto.

Dunque la preferenza sta nel mettere i soldi da parte e probabilmente effettuare delle spese extra successivamente quando le acque dell’emergenza sanitaria si saranno calmate, oppure probabilmente avere un budget di supporto futuro.

Fatto sta che anche le condizioni delle aziende e la difficoltà di piccoli e grandi imprenditori sta rendendo difficile per gli italiani avere una motivazione di investimento.

Che sia colpa della pandemia o di una situazione economica ancora poco progressista, la situazione al momento è questa. Sarà difficile comunque senza una base di appoggio concreta scardinare questi parametri sociali ed economici.