Twitter prova a far cassa: pronto un servizio a pagamento

Il secondo grande cambiamento per Twitter, dopo l’introduzione dei 280 caratteri. Super Follows aprirebbe a contenuti esclusivi ma dietro compenso.

Twitter
Foto di Photo Mix da Pixabay

Tempi duri anche per chi non è stato direttamente travolto dalla pandemia. Fiumi di inchiostro sono stati versati, già in tempi di lockdown, sulla rivoluzione digitale e su tutto quello che vi è stato connesso, incluso il boom delle società tech. A quanto sembra, però, le innovazioni tecnologiche non sono gratis. E anche qualche piattaforma famosa per la libertà di accesso senza sborsare un euro, sembra pronta a sperimentare qualche nuova funzionalità testando il significato della parola “monetizzare”.

Twitter, infatti, sarebbe in procinto di lanciare un servizio in abbonamento, attraverso il quale gli utenti potranno accedere a contenuti cosiddetti “speciali”, postati dagli account di utenti considerati di alto profilo. Il nome del servizio sarebbe “Super Follows” e potrebbe costituire un’ulteriore spinta agli introiti di Twitter che, a ora, si basano soprattutto sugli annunci, pubblicità e sponsorizzazioni di post.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, sei in rosso? Potresti diventare subito cattivo pagatore

LEGGI ANCHE >>> Denaro in giacenza e controlli del Fisco: quando bisogna stare attenti

Twitter prova a far cassa: cos’è Super Follows

Di Super Follows ne ha parlato The Verge, un sito specializzato che ha tracciato un quadro generale del nuovo servizio, ponendo un esempio di funzionamento a partire da un abbonamento da 4,99 dollari al mese, utili ad accedere al servizio relativo ai contenuti pubblicati da account speciali. L’introduzione di un servizio a pagamento sarebbe una novità sostanziale per Twitter, che dopo l’apertura al pubblico (del 15 luglio 2006) e l’introduzione dei 280 caratteri dai vecchi 140, rinnoverebbe ulteriormente la sua offerta.

Forse in un momento storico complicato come questo l’idea di dover pagare per contenuti web non entusiasmerà i più affezionati. Ma, allo stesso tempo, probabilmente stuzzicherà la curiosità dei più. Anche in virtù dei prezzi contenuti che, almeno stando alle ipotesi di The Verge, dovrebbero essere adottati per Super Follows. “Stiamo ripensando al nostro servizio, ai comportamenti e alle caratteristiche che il nostro prodotto incoraggia o scoraggia“, spiegano da Twitter. Un modo per dire che le funzionalità resteranno le medesime ma con la possibilità di estendere ulteriormente i propri orizzonti con un piccolo extra. Forse un’arma vincente.