3000 euro per le famiglie con figli: Bonus Inps senza limiti di Reddito

famiglie regione
Foto di Pexels da Pixabay

In arrivo il contributo Inps senza limite di Reddito Isee. Indicazioni per ricevere l’assegno famigliare.

crescere figlio
Fonte: Pixabay

Quale novità porterà il 2021 alle famiglie che hanno figli piccoli? Solo buone notizie. Anche quest’anno si rinnova il bonus Asilo-nido, una manovra economica volta ad aiutare le famiglie in difficoltà che hanno i requisiti. Il contributo è calcolato in base al reddito ISEE. Scopriamo nel dettaglio come presentare l’istanza All’INPS per ricevere il bonus.

Cos’è il bonus Asilo nido?

Il bonus Asilo è una misura introdotta dal governo Conte con la legge di Bilancio 2020 a sostegno delle famiglie per il pagamento delle rate di asili nido pubblici o privati o per forme di assistenza per bambini affetti da gravi patologie croniche. La circolare INPS n. 27 del 14 febbraio 2021, rinnova il bonus e da la base per calcolare l’importo dell’agevolazione:

  • Per i nuclei familiari con ISEE fino a 25.000 euro, l’Inps erogherà fino a 3000 euro.
  • Tutte le famiglie con ISEE tra 25.001 e 40.000 euro, hanno diritto ad un bonus fino a 2.500 euro:
  • Se il reddito è superiore ai 40.000 euro, l’importo riservato è di 1.500 euro.
Questa manovra è nata per sostenere le spese economiche per i primi mesi di iscrizione al nido, si riconferma per tutto il 2021, ricevendo una maggiorazione, fino a toccare la soglia di 3000 di contributo.

Come si richiede il bonus?

Per ricevere il bonus, è necessario presentare il modello ISEE aggiornato, relativo al reddito dell’anno precedente. La domanda può essere compilata direttamente sul sito dell’INPS:

  • tramite il servizio sulla pagina web dedicata.
  • Rivolgendosi al Contact Center INPS al numero 803.164 da rete fissa o mobile.
  • Tramite patronati o intermediari.

Coloro che hanno già beneficiato dell’agevolazione nell’anno 2020, potranno utilizzare la domanda precompilata direttamente dal sito INPS. È necessario allegare le fatture e le ricevute in merito alle spese sostenute nell’ultimo trimestre del 2020.