Lotteria scontrini, occhio a non sbagliare carta: i rischi

Quante varianti di rischio per la Lotteria degli scontrini, un’iniziativa nata da poco ed a cui forse non siamo pronti, ecco un rischio

Lotteria scontrini, occhio a non sbagliare carta: i rischi
Carta nel POS (Fonte foto: web)

Ancora tanti, i dubbi sulla partecipazione alla Lotteria degli scontrini, da parte dei cittadini italiani, eppure la prima estrazione avverrà a breve, con il giorno 11 marzo. In tanti, non hanno ben capito tutti i funzionamenti ed i regolamenti, per esempio, sulle carte da usare.

Ricordiamo che il governo da poco sostituito, scelse per l’unico metodo di pagamento per partecipare, quello elettronico. In particolare le carte di credito e di debito sono tra le più usate dagli italiani. Ciò che non tutti sanno però è che non basta, bisogna anche usare la carta giusta. Vediamo in che senso e soprattutto perché.

Leggi anche>>> Ti diranno che il Pos è guasto: la scusa per cashback e Lotteria scontrini

Leggi anche>>> Lotteria scontrini: tutti gli acquisti che non valgono per poter partecipare

Lotteria degli scontrini: perché potremmo non vincere

Innanzitutto, la carta con cui si paga per partecipare, deve essere necessariamente intestata alla persona associata al codice lotteria presentato. Di fatto, il codice lotteria generato per farci partecipare, è collegato ad un codice fiscale ed ognuno di essi può essere relazionato a 10 codici.

Il commerciante a cui si presenta la carta, non sa a chi questa è intestata e quindi fa la scansione del codice ed accetta il pagamento. Il nostro problema si verificherà in caso di vincita. Infatti è la stessa Lotteria degli Scontrini con le proprie FAQ a spiegare cosa avviene: “per poter partecipare regolarmente alla lotteria degli scontrini e poter reclamare un eventuale premio, è necessario che il codice fiscale associato al codice lotteria sia associato anche allo strumento di pagamento elettronico utilizzato per l’acquisto”.

E quindi va da sé che prima di erogare un eventuale premio, sarà controllato il codice fiscale con il quale è stato generato il codice lotteria per capire se questo è correttamente associato al biglietto vincente. Se così non fosse non avremo diritto al premio e non potremo neanche contestare la cosa, perché appunto è già spiegata nei regolamenti.