Sulla carta del reddito di cittadinanza viene accreditato ogni mese il reddito di cittadinanza, è rilasciata da Poste Italiane e si può utilizzare per fare alcuni tipi di acquisti.

Reddito di cittadinanza

L’ammontare versato ogni mese sulla carta del reddito di cittadinanza varia a seconda dell’importo concesso, ma tendenzialmente:

  • non può superare i 9.360 euro annui, circa 780 euro al mese nel caso di nucleo familiare con un solo componente, diminuita del valore del reddito familiare. Nel caso un nucleo famigliare con più componenti la misura massima può arrivare a 1.638 euro al mese, cioè 19.656 euro all’anno
  • non può essere inferiore a 480 euro annui, cioè 40 euro all’anno.

LEGGI ANCHE>>> Reddito di Cittadinanza: nuovi importi e revoca a 15mila famiglie

LEGGI ANCHE >>> Offre posto di lavoro, la risposta è scioccante: “Preferisco il Reddito di Cittadinanza”

Carta del reddito di cittadinanza: come richiederla

Tale carta è collegata alla domanda di reddito di cittadinanza e non dovrà essere richiesta a parte. Una volta che l’Inps accetta la domanda si dovrà attendere la comunicazione da parte di Poste Italiane per procedere al ritiro.

Cosa si può pagare conta carta del reddito di cittadinanza

Attraverso questa carta si potranno acquistare beni e servizi di prima necessità. In particolare, generi alimentari, prodotti farmaceutici, parafarmaceutici e della grande distribuzione. Da tenere a mente che se i fondi caricati sulla carta non verranno spesi entro il mese successivo all’accredito, l’importo risparmiato andrà detratto dall’importo del reddito di cittadinanza del mese successivo, fino a un massimo del 20%. Ecco una lista di quello che si può acquistare con la carta del reddito di cittadinanza:

  • generi alimentari
  • bevande (anche alcolici e superalcolici)
  • prodotti per l’igiene personale
  • famaci
  • libri
  • elettrodomestici
  • smartphone, tablet, pc
  • biglietti per cinema, teatro, concerti
  • materiale scolastico
  • benzina per auto e moto
  • corsi di formazione presso enti privati
  • corsi e articoli sportivi (anche per i familiari)
  • visite mediche
  • soggiorni e vacanze
  • pasti
  • abbonamenti ai mezzi pubblici
  • trattemanti estetitici
  • abbigliamento (esclusa pellicceria)

Cosa non si può pagare con la carta del reddito di cittadinanza

Anche la lista di quello che non si può acquistare con la carta del reddito di cittadinanza o degli esercizi in cui non si può utilizzare è molto lunga:

  • giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.
  • presso club privati
  • presso gallerie d’arte e affini
  • per acquisto, noleggio e leasing di navi e pagamento di servizi portuali
  • per acquistare armi
  • per acquistare materiale pornografico e beni e servizi per adulti
  • servizi finanziari
  • servizi di trasferimento di denaro
  • servizi assicurativi
  • gioielli
  • prodotti di pellicceria
  • per acquisti online
  • bonifici consentiti solo se riguardano il pagamento dell’affitto o del mutuo.

Quanti soldi si possono prelevare con la carta del reddito di cittadinanza

Sono consentiti prelievi di denaro fino a un massimo di 210 euro mensili per famiglie piccole, ma tale importo può aumentare se il nucleo famigliare è numeroso o se all’interno della famiglia ci sono soggetti affetti da disabilità. Se il reddito di cittadinanza è percepito da un solo soggetto, invece, il prelievo consentito è di 100 euro.

Come controllare il saldo della carta del reddito di cittadinanza

Durante il prelievo presso gli sportelli bancari o postali sarà possibile anche controllare il saldo della propria carta. Questo però non è l’unico modo, infatti, si potrà controllare i movimenti anche attraverso il sito di Poste, nella sezione “Carta Reddito di Cittadinanza”. Un altro metodo è quello di accedere direttamente al sito ufficiale, Reddito di cittadinanza.gov. Infine si può controllare il saldo contattando il numero gratuito 800 666 888.

I numeri da chiamare in caso di furto o smarrimento

Nel caso in cui la carta venisse rubata o smarrita si dovrà chiamare il numero verde 800 666 888 dall’Italia o +39 02 82 44 33 33 dall’estero. Il centro di assistenza poi darà tutte le indicazioni sono come procedere e ottenerne una nuova.