Come limitare al minimo i rischi di furto di identità e di operazioni illecite? Ecco 10 consigli per evitare brutte sorprese quando si controlla online il saldo del proprio conto corrente.

Servizi di banking online

Gli istituti di credito hanno investito molto su sicurezza e trasparenza, soprattutto per quanto riguarda le piattaforme che permettono, tra le altre cose, di controllare il saldo del conto corrente.

Abitualmente le banche mettono a disposizione dei propri clienti i servizi di home banking, per consentire ai correntisti di svolgere qualsiasi transazione bancaria attraverso il proprio computer.

Con l’aumento delle transazioni online però sono aumentati anche gli attacchi dei cyber criminali, volti a sottrarre i dati personali degli utenti. Infatti un bravo hacker riesce sia a rubare denaro alla vittima ma anche a sottrare i dati personali potendo così ripetere le operazioni molte volte prima di essere scoperto. Per questo è fondamentale seguire delle buone pratiche per mettersi al riparo dalle cattive sorprese.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, stangata in arrivo: torna l’incubo della patrimoniale

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, occhio al saldo: in arrivo una bellissima sorpresa

Come verificare online il saldo del conto corrente: tramite home banking o con l’app

Ci sono due metodi per poter verificare in sicurezza il saldo del conto corrente online. Il primo, come già accennato, è accedere direttamente da pc o smartphone all’home banking, un servizio messo a disposizione dalla banca con il quale si potrà consultare il proprio profilo bancario. Questo strumento offre oltre la possibilità di controllare l’estratto conto ma anche di effettuare pagamenti, 24 ore su 24. Sarà necessario avere a disposizione una connessione internet e il proprio pc o telefono. Una volta aperto il browser (per esempio Chrome o Internet Explorer), si digiterà l’indirizzo dell’home banking della propria banca e dopo aver inserito username e password, si potrà accedere al servizio. Le credenziali abitualmente vengono date dalla banca stessa al correntista nel momento della sottoscrizione del contratto.

Per entrare nel proprio profilo di home banking, si può  però anche decidere di scaricare sul proprio telefono cellulare l’applicazione della banca. Fondamentale in questo caso abilitare il numero di cellulare per questo tipo di strumento. Una volta fatto, verranno rilasciate username e password per poter accedere in qualunque momento al conto corrente ed effettuare qualsiasi tipo di operazione.

Computer e sicurezza

Il secondo metodo è il mobile banking, questo strumento permette di controllare i movimenti che il correntista effettua nel proprio conto corrente direttamente sul proprio smartphone. In questo caso sarà necessario collegarsi, attraverso un cellulare, all’applicazione della banca ove si è aperto il conto corrente.

I consigli per verificare il saldo online in sicurezza

Per operare con i sistemi bancari online è necessario tenere sotto controllo alcuni aspetti onde evitare il furto di dati personali o peggio ancora operazioni sul conto a nostra insaputa. Molte banche hanno messo in atto una serie di servizi idonei per la sicurezza, di conseguenza i correntisti possono sentirsi sicuri operando online, adottando però delle regole base di buona condotta. Ne abbiamo raccolte 10.

  1. Per prima cosa si dovrà fare attenzione al phishing e al pharming, cioè quelle truffe tramite le quali un soggetto terzo cerca di rubare le credenziali di accesso attraverso email o siti falsi, fingendosi una banca. In tal caso la cosa più ovvia da fare è non cliccare sui link proposti e cancellare la mail sospetta.
  2. Altro aspetto non di poco conto è quello di aggiornare costantemente l’antivirus del computer in modo tale che vengano cancellati potenziali software dannosi.
  3. Mai salvare in automatico la password del servizio di home banking sul browser: fare attenzione e cliccare ‘No’ quando il sistema ci chiede se vogliamo ‘salvare la password per questo sito’.
  4. Un ulteriore livello di sicurezza  per evitare che la cache del browser possa tenere traccia del nostro percorso di navigazione, è utilizzare la navigazione in incognito.
  5. Ricordarsi di cambiare periodicamente la password del proprio servizio di home banking o per l’accesso all’app della banca.
  6. Quando si naviga su una pagina web è necessario utilizzare un protocollo di criptazione. Per verificare che la navigazione web sia sicura è necessario controllare che accanto alla barra di ricerca vi sia disegnato un piccolo lucchetto. Inoltre sarà premura controllare che l’URL inizi con https:// invece di http://.
  7. Un altro consiglio utile può essere quello di non annotare password o pin direttamente sul pc: in caso di smarrimento o furto queste informazioni potrebbero finire in mani sbagliate.
  8. Evitare gli internet point o quei luoghi dove è necessario inserire i propri dati personali per accedere alla rete, per accedere ai servizi di home banking. Anche in questo caso si potrebbe incappare in malware, trojan o sottrazione di dati sensibili.
  9. Infine, è importante controllare che il wi-fi che si sta utilizzando sia protetto dal protocollo WPA2, che è in grado di impedire agli hacker di intercettare la connessione e compromettere i dati personali del soggetto che sta usufruendo della rete per fare operazioni bancarie.
  10. Si consiglia di attivare il servizio di sms alert, che prevede la ricezione di un sms sul proprio smartphone nel caso in cui venga eseguita un’operazione che riguardi il conto corrente. Questo tipo di servizio può essere personalizzato, decidendo quali notifiche attivare: ci sono gli alert per i pagamenti, per i prelievi effettuati con le carte di credito, debito o carta conto, saldo conto corrente e anche accesso all’home banking o mobile banking.