Brutte notizie per coloro che attendono il reddito di cittadinanza a febbraio. In molti, infatti, non vedranno arrivare nessun accredito. Dietro, però, vi è un motivo ben preciso. Ecco di cosa si tratta.

reddito cittadinanza
adobestock

Il 2020 è stato segnato dall’impatto negativo del Covid, con il governo che ha deciso pertanto di adottare una serie di misure volte a contrastare la diffusione del virus. Restrizioni che hanno registrato delle conseguenze non solo dal punto di vista sociale, ma soprattutto economico, con molte famiglie che si ritrovano a dover fare tutti i giorni i conti in tasca prima di poter comprare qualcosa.

Una situazione particolarmente difficile da gestire, con sempre più persone che si sono ritrovate a dover richiedere il reddito di cittadinanza. A tal proposito è bene ricordare che grazie alla legge di Bilancio 2021 si è deciso di aumentare le risorse, per almeno 4 miliardi fino al 2029, in modo tale da garantire l’erogazione del sussidio. Eppure bisogna sapere che a febbraio alcuni aventi diritto non vedranno alcun accredito. Dietro, però, vi è un motivo ben preciso e soprattutto molto meno complicato di quanto si possa pensare. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza: più soldi dal 2021 ma non per tutti

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, boom di beneficiari: ecco dove vivono

Reddito di Cittadinanza, nessun accredito a febbraio: ecco il motivo

Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza (Fonte foto: web)

Come ogni mese, anche a febbraio sono in molti ad attendere l’accredito del reddito di cittadinanza. Le date di ricarica della card, però, come ben saprete, non sono uguali per tutti e in molti rischiano di dover fare i conti con un leggero slittamento. Il motivo, però, è molto più semplice di quello che si possa pensare. In genere, infatti, l’accredito avviene il giorno 27. Nel caso di febbraio, però, si tratta di un sabato e proprio per questo motivo i beneficiari potrebbero ricevere il sussidio lunedì 1 marzo. Una questione, quindi, di pochi giorni, dettata solamente dal calendario.

A proposito di quest’ultimo, inoltre, bisogna sapere che è fissato per il 15 marzo la messa a disposizione del pagamento per coloro che hanno fatto o faranno richiesta del sussidio nel corso del mese di febbraio.  Allo stesso tempo si prevede la sospensione del pagamento del reddito di cittadinanza a febbraio, per tutti coloro che non hanno presentato entro il 31 gennaio 2021 l’Isee. Tale sospensione, ovviamente, dura fino al momento in cui non si presenta l’apposita documentazione.