Falsi annunci che sembrano veri, tanto da indurre al click. Ma se per Facebook si tratta di inserzioni normali, per gli utenti sono vere e proprie fregature.

Facebook Phishing
Foto di Pete Linforth da Pixabay

Mai accontentarsi di un semplice click. Spesso, infatti, non solo non conduce a nulla ma favorisce un vero e proprio business. Il teatro è l’homepage di Facebook e la situazione sarà capitata probabilmente a chiunque ne fa uso. Pubblicità particolari, annunci che parlano di prodotti teoricamente costosi a prezzi vantaggiosissimi o, semplicemente, inviti a cliccare per scoprire maggiori dettagli su questo e quello. Una tattica che a volte funziona anche semplicemente con un errore, pigiando col destro del mouse su queste pubblicità anziché sul post che interessava.

Sembra niente ma in realtà si tratta di pubblicità che gli advisor pagherebbero a Facebook, affinché il banner possa essere piazzato nei punti giusti e racimolare qualche click. Perlopiù si tratta di annunci fallaci ma particolarmente ben fatti. Tanto da indurre, spesso, a credere che si tratti di pubblicità di prodotti reali. O quantomeno ai prezzi indicati.

LEGGI ANCHE >>> Pagamento pensioni di marzo, occhio alle novità: cosa c’è da sapere

LEGGI ANCHE >>> Cashback e lotteria degli scontrini flop: l’ira dei commercianti

Il phishing fantasma su Facebook: attenti agli annunci truffa

Tutto ben fatto se non fosse che, anziché di pubblicità, si tratta di un phishing. La famosa truffa utilizzata per “bucare” i conti corrente altrui che, spesso, viene eseguita tramite particolari mail. Nel caso di Facebook o di altri social, l’obiettivo è più che altro la sottrazione di dati personali, ma anche indurre al click di un link (esattamente come nel phishing classico) e accedere a qualche pagina-truffa. Sedicenti annunciatori che sfruttano alcune funzionalità del social network che consentono, piuttosto agevolmente, di pubblicizzare qualcosa spacciandosi per un’azienda.

Il sistema è quello della sponsorizzazione, che funziona per qualsiasi profilo. In questo senso, i link arrivano da fittizie pagine ufficiali, salvo poi rimandare a delle pagine totalmente estranee a quelle madri. Tuttavia, la stessa Facebook consente di effettuare delle segnalazioni qualora si ritenga di essere incappati in una truffa. La pagina per effettuare la segnalazione è sempre disponibile e, una volta completato l’iter, non resterà che attendere la mossa del social. La rimozione dell’annuncio falso naturalmente ma, possibilmente, anche qualche chiarimento a chi segnala.