Gli automobilisti sono in pericolo per una vecchia truffa che ne minaccia anche l’incolumità, ecco di cosa parliamo

Ruota di un’auto (Fonte foto: web)

Se le truffe online si rinnovano quasi di settimana in settimana, per essere sempre più difficilmente riconosciute dai malcapitati, quelle da mettere in scensa “su strada”, tornano in voga anche dopo qualche anno. Fose per quelle, c’è meno inventiva e più bisogno di praticità. Sta di fatto, che ci ritroviamo di nuovo di fronte alla vecchia truffa della bottiglietta nella ruota.

Questa, insieme alla frode ben più conosciuta dello specchietto rotto, sono tra le più diffuse e facili da inscenare. Ma sono entrambe, anche pericolose per chi guida oltre che per chi poi, sarà raggirato attraverso di esse.

Leggi anche>>> Amministratore di sostegno truffa gli anziani: beni dirottati per oltre un milione

Leggi anche>>> Palermo: un poliziotto ed un carabiniere coinvolti nella truffa delle auto di lusso

In cosa consiste la vecchia truffa

Il ladro individua l’auto che vorrebbe rubare e poi, in assenza del proprietario, sistema una bottiglina d’acqua, piena d’aria, sotto ad una ruota anteriore, generalmente la sinistra, lato guida. Avvertendo una botta, il guidatore crederà o di aver rotto qualcosa, o di aver forato o almeno, di aver urtato un oggetto. Scenderà quindi a controllare, lasciando l’auto in moto e questo, darebbe al truffatore tempo e modo, per inserirsi velocemente nella vettura e scappare con essa.

Questa truffa, sta tornando fortemente a diffondersi, infatti le forze dell’ordine, stanno ricevendo molte segnalazioni. Il consiglio, soprattutto ora che sappiamo di cosa si tratta, è fare attenzione e provare a prevenire le mosse dei truffatori. Al massimo, se udiamo un rumore che non ci piace, al momento di scendere a controllare, non lasciamo le chiavi nel riquadro.

La prima precauzione, potrebbe essere sempre quella di controllare bene la propria auto prima di salire a bordo, soprattutto le gomme. Se troviamo qualcosa fuori posto, possiamo iniziare ad avere i primi dubbi. Altrimenti, un’altra cosa da fare, se si sente qualche strano rumore, è continuare a camminare per un po’ ed andare a controllare lontano dal posto in cui si era parcheggiato.