A partire dall’1 marzo, per accedere ai servizi online di Inps e Inail servirà l’identità Spid, Cie e Cns. Ecco come richiederla.

Inail
Foto: Web

Un servizio, quello dello Spid, che attraversa ormai trasversalmente quasi ogni ambito delle operazioni online. La registrazione con tanto di dati, in molti casi, non basta più. La firma e l’identità elettronica ha aperto una nuova frontiera nei servizi via web, specie quelli messi a disposizione dai Ministeri e dagli enti comunali i quali, ad esempio, attraverso lo Spid riescono a concedere documentazione personale evitando file alle varie circoscrizioni. Ora, anche gli enti previdenziali hanno aperto le loro versioni online a quella che una novità non lo è più.

A partire dall’1 marzo 2021, i servizi online dell’Inail e dell’Inps saranno accessibili esclusivamente tramite Spid. Sul tema si è espresso proprio l’Istituto nazionale per gli Infortuni sul lavoro, che in una nota ricorda l’imminente passaggio e invita tutti gli enti preposti (dai caf ai patronati) a dotarsi del sistema.

Una misura di sicurezza, oltre che di comodità. Con lo Spid, infatti, si rinnovano le credenziali di accesso e i vari Pin, raddoppiando la sicurezza e facilitando anche determinate operazioni che richiedono la verifica della persona. Nella sostanza, fatta eccezione per le credenziali di accesso, non cambia poi molto. Per coloro che sono già registrati sulle varie piattaforme in cui l’accesso Spid (ma anche Cie e Cns) è già previsto, manterranno le precedenti credenziali fino a data stabilita (probabilmente il 30 settembre).

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, occhio al saldo: in arrivo una bellissima sorpresa

LEGGI ANCHE >>> Quattro ore da Bergamo a Roma: quando torna il Frecciarossa

Addio alle vecchie credenziali: come richiedere lo Spid per i servizi Inail

Inoltre, per i già iscritti sul profilo Amministrazioni statali in gestione per conto dello Stato, non sarà più possibile richiedere credenziali Inail né operare con quelle già rilasciate. In questo caso, dovranno necessariamente attivare il servizio Spid, Cie e Cns. E visto che a partire dall’inizio del prossimo mese tutti i siti della Pubblica amministrazione saranno accessibili solo con questo sistema, è necessario affrettarsi a richiederlo.

La richiesta è un’operazione abbastanza rapida e semplice. Innanzitutto occorrerà accedere al sito del governo, inserire l’anagrafica con mail e cellulare, con insieme i dati di carta d’identità e codice fiscale. Prima di ottenere le credenziali, sarà necessario registrarsi a uno dei cosiddetti “identity provider”, il cui elenco sarà messo a disposizione nello stesso portale. Dopodiché, il gioco è fatto.