L’ultima frontiera delle truffe: un messaggio dal servizio anti-frode della propria banca d’appartenenza e un link letale. Attenzione massima.

Truffe sms

Nuova letale truffa. Nel mirino ci sono sempre i conti corrente. Quelli altrui naturalmente. Il problema è che le modalità di raggiro sono sempre più sofisticate e gli adescamenti purtroppo efficaci. Accade quindi che un semplice sms non venga più identificato come fallace da un numero particolare ma “legittimato” inviandolo da un numero corrispondente a quello dell’istituto bancario o postale che gestisce i nostri soldi. Non si sa come ma è accaduto. Tuttavia, nonostante questo, qualche indizio per non cascarci c’è, come sempre.

Il metodo utilizzato è comunque tremendo. E si affida al solito trucco del link, a cui rimanda per confermare tutti i nostri dati d’accesso al conto online, così da scongiurare dei presunti tentativi di accesso non autorizzati subiti. Il malcapitato, spaventato da un pregresso sms, dopo aver effettuato l’operazione non risolverà assolutamente i propri problemi.

LEGGI ANCHE >>> [Guida] Cos’è un conto di deposito? Rischi, rendimento e costi

LEGGI ANCHE >>> Truffa sms a nome Intesa Sanpaolo: il nuovo tentativo di phishing

Truffe online, ora è allarme rosso: ecco l’ultima strategia

Sembra che in questo modo, come spiegato dal Corriere della Sera, siano stati svuotati decine di conti corrente. Una man bassa che ha spinto numerose persone a denunciare l’accaduto (un correntista è stato privato illecitamente di ben 59 mila euro) e la Polizia Postale a invitare tutti alla massima cautela. Non è un mistero infatti che le truffe online si siano moltiplicate in tempo di pandemia. Ed è altrettanto logico che gli strumenti a disposizione per scongiurarle (a cominciare dai semplici vademecum illustrativi) siano necessari.

Una delle vittime ha raccontato per filo e per segno quanto quest’ultima truffa sia particolarmente efficace. Innanzitutto un sms, allarmante, nel quale si indica un tentativo di accesso al proprio conto online e una serie di procedure da seguire per scongiurare altri pericoli. Innanzitutto il click sull’immancabile link, vera sliding door: accedendo a quella pagina, infatti, si scopre il fianco ai truffatori. Chi siano ancora non è chiaro. E non è nemmeno facile capirlo. L’unica cosa da fare è stare attenti e sapere come riconoscerli. E non è poco.