I truffatori fingendosi degli operatori della banca Intesa San Paolo stanno sottraendo denaro a molte persone. Come agiscono e come prevenire i tentavi di raggiro

Intesa Sanpaolo

Le truffe sono ormai all’ordine del giorno e l’arrivo della pandemia di fatto ha consolidato uno dei filoni già in espansione, ovvero quello dei raggiri telefonici ed online. 

Una tendenza dovuta alla natura delle persone che in questa lunga fase caratterizzata dal covid, preferiscono effettuare la maggior parte delle operazioni online rimanendo a casa ed evitando di andare in luoghi affollati e quindi potenzialmente pericolosi.

Nell’ultimo periodo una che sta prendendo il sopravvento sulle altre è quella del finto sms ai danni del gruppo Intesa San Paolo. Un vero e proprio grattacapo per l’istituto di credito piemontese che ha avuto non pochi problemi a causa di questa situazione. Fortunatamente come spesso accade quando ci sono di mezze queste clamorose truffe nel giro di poco tempo vengono smascherate e portate alla luce.

LEGGI ANCHE >>> Phishing: la truffa online che sta facendo sempre più vittime

LEGGI ANCHE >>> La truffa del giocattolo, cosi ha perso 1750 euro

Truffa ai danni di Intesa San Paolo: come agiscono i truffatori

Il meccanismo è quello utilizzato già da altri malviventi che con questa tecnica hanno svuotato non pochi conti corrente in giro per il Bel Paese. Il primo segnale è un sms a nome di Intesa San Paolo (che sembra davvero inviato dalla banca) con all’interno un’informativa di un movimento anomalo sul proprio conto e con il classico link phishing che è bene ribadire “non va mai e poi mai cliccato”.

Chi si fa prendere dal panico però cade dritto nella trappola e una volta effettuato l’accesso al collegamento ipertestuale, si viene prontamente contattati da un finto operatore che chiama o con un fisso caratterizzato da prefisso 011 (quello di Torino dove ha sede la banca) o da cellulare. 

Il truffatore invita la vittima ad effettuare un bonifico su conto corrente estero (da lui indicato) per sanare la situazione per poi inviargli un codice. Poi invita il malcapitato a fornirglielo, dopo di che la chiamata si interrompe e il losco individuo sparisce. Banca Intesa per tutelarsi sta avvertendo i proprio clienti e li sta mettendo in guardia per evitare ulteriori episodi spiacevoli.