Grazie alla collaborazione di alcuni ladri d’appartamento è stata redatta una guida su quali sono gli angoli della casa dove nascondere meglio i propri possedimenti

denaro

Non sai dove nascondere i soldi in casa? Chiedilo ad un ladro. Può sembrare un paradosso ed invece nessuno può sapere meglio di loro quali sono i posti più improbabili dove custodire i propri risparmi e tenerli lontani da mani indiscrete.

Sono diverse le variabili da tenere in considerazione, in primis la situazione economica del potenziale derubato. Più può sembrare possidente all’occhio del ladro, più alta è la probabilità che la casa venga messa a soqquadro.

LEGGI ANCHE >>> Rubare denaro senza Pin: un truffatore esperto può fare anche questo

LEGGI ANCHE >>> Guadagnare denaro ascoltando musica, grazie a questa app si può fare

Nascondere denaro in casa: i luoghi più strani e curiosi

Un buon escamotage potrebbe essere lasciare “un’esca” in giro. In questo modo i ladri potrebbero desistere dal rovistare ogni angolo dell’abitazione. Certo anche in questo caso va rapportato al proprio status. Lasciare 50 euro in una casa popolare può andar bene, in una villa extralusso serve necessariamente qualcosa in più.

Chi invece proprio non vuole perdere nulla può optare per dei nascondigli che solitamente vuoi per tempo, vuoi per la difficoltà ad immaginarli non possono quasi mai essere scoperti dai furfanti. 

Andiamo a vedere quali sono i posti suggeriti dagli esperti ladri di appartamento. Il primo del tutto inusuale è il frigorifero (o il freezer), meglio ancora in un barattolo di alimenti. In pochi potrebbero ipotizzarlo, solo i malviventi con tanti anni d’esperienza.

Ingegnose anche le prese d’aria, grate d’areazione e i condizionatori. Nella fretta di fare il colpo e passarla liscia in pochi ci penserebbero. E che ne pensate degli elettrodomestici? Al loro interno potrebbero stare al sicuro, ma attenzione a rimuoverli prima di utilizzarli.

Passando invece a tecniche ancor più astute, il cassetto con doppio fondo, false tubature e false prese elettriche sono abbastanza difficili da scovare. Ma non è tutto. Si possono riporre i propri risparmi nei sottoscala, in casseforti interrate, dietro la spalliera del letto (in modo tale da averli vicino durante le ore notturne) o sotto le mattonelle. 

Si può lavorare anche di fantasia magari sfruttando dei posti vicino casa facilmente raggiungibili e che non siano soggetti a piogge. O ancora il foro sulla porta o per coloro che possono permettersela, la stanza segreta, ovvero un’area accessibile solo con una particolare combinazione di movimenti della parete. Un’ipotesi più da film che reale, ma che se attuata significa che ciò che si nasconde ha un valore di non poco conto.