La Brexit avrà degli effetti anche al di fuori del Regno Unito. Eccone uno che potrebbe cambiare radicalmente le nostre abitudini quotidiane 

Brexit: come ottenere il visto per lavoratori qualificati
Brexit (Fonte foto: Pixabay)

La Brexit è ormai una realtà consolidata che sta pian piano producendo i suoi effetti. L’uscita definitiva del Regno Unito dalla comunità europea non ha comportato solo dei cambiamenti per quanto concerne i mercati internazionali.

Andare a lavorare e a vivere Oltremanica non sarà più come prima e anche una semplice vacanza tra Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord si preannuncia decisamente più complicata da un punto di vista burocratico.

Ma, incredibile ma vero, la scissione avrà delle ripercussioni anche a chi non ha niente a che fare con l’UK e che vive negli stati che ad oggi fanno parte della Comunità Europea.

LEGGI ANCHE >>> Effetto Brexit, nemmeno i panini sfuggono alla dogana

LEGGI ANCHE >>> Brexit: come ottenere il visto per lavoratori qualificati

Brexit, un effetto a lungo termine sui cittadini UE che non era mai stato preso in considerazione

Come è possibile tutto ciò? Semplice basti pensare all’ormai comune e caro shopping online. Una pratica ormai diventata sempre più consuetudinaria, in particolar modo tra i più giovani.

Nella maggior parte dei casi (anche senza farci troppo caso) si tende ad acquistare prodotti che vengono inviati dall’Unione Europea. In questo modo non ci viene addebitato nessun tipo di tassa o di dazio e in pochi giorni potremmo usufruire dell’articolo acquistato.

Può capitare alle volte di selezionare prodotti di provenienza britannica. Si tratta infatti di un mercato vasto e consente di una vasta possibilità di scelta a prezzi più che accessibili. Non sarà più così purtroppo. Dal 1 gennaio 2021 anche il Regno Unito è considerato extra-UE al pari di Stati Uniti e Cina.

Quindi, d’ora in avanti prima di procedere con la transazione è bene leggere dettagliatamente le condizioni finali. In linea di massima però tutto ruota intorno al valore dell’oggetto desiderato. Se ha un costo inferiore a 22 euro non prevede né IVA né dazio. Tra 22 e 150 è prevista solo l’IVA mentre qualora si ecceda ulteriormente si dovranno mettere in conto anche i dazi oltre che le spese postali.

Insomma, la Brexit in qualche modo ha comportato dei cambiamenti anche nelle nostre vite, nonostante viviamo a chilometri di distanza.