Per quattro bonus in particolare, non c’è bisogno di presentare il modello Isee, se si volesse inoltrare la richiesta

Modello Isee: ecco i 4 bonus per cui non serve presentarlo
Modello Isee (Fonte foto: web)

Non ci sarà bisogno del modello Isee per richiedere alcuni bonus. Una pratica che snellita, aiuta tantissime famiglie. Complici la pandemia Covid, il governo fino a poco fa in essere, ha introdotto diversi bonus proprio in aiuto alle famiglie in difficoltà.

In linea generale, il cosiddetto pacchetto famiglia può essere richiesto senza necessaria presentazione dell’Isee, ma non presentandolo si rischia talvolta, di ricevere un bonus in forma ridotta. I bonus per cui non c’è bisogno del modello, sono: Bonus bebè, assegno al nucleo familiare ANF, Bonus asilo e Bonus mamma. Vediamo nello specifico, a chi spettano.

Il bonus bebè, spetta a chi può rispettare le seguenti condizioni:

  • cittadini italiani, oppure comunitari – extracomunitari con titolo di soggiorno;
  • il richiedente deve risiedere nel territorio italiano;
  • il richiedente deve coabitare con il minore.

L’ammontare del bonus, si divide in tre fasce, e queste invece, è più facile riconoscerle tramite l’indicatore Isee. Esse sono:

  • 1.920 euro annui, ossia 160 euro mensili con un indicatore ISEE non oltre 7.000 euro annui;
  • 1.440 euro annui, ossia 120 euro mensili con un indicatore ISEE tra 7.000 euro e sino 40.000 euro;
  •  960 euro annui, ossia 80 euro mensili con un indicatore ISEE di oltre 40.000 euro.

Leggi anche>>> Bonus senza Isee, si può fare: in questi casi non serve la dichiarazione

Leggi anche>>> Rischio di taglio in caso di sospensione: come funziona per il Reddito di cittadinanza

A chi spettano i bonus esenti da modello Isee

Per quanto concerne il nucleo familiare ANF, i lavoratori non sono obbligati a presentare l’Isee, ma c’è una condizione obbligatoria, che è rappresentata dal nucleo familiare formato da figli minori a carico. Se i figli sono maggiorenni, questa spetta soltanto se essi presentano un’inabilità al lavoro. Per presentare la domanda, basta recarsi sul sito Inps, se si è in possesso delle credenziali, altrimenti telefonando al numero 803.164 da rete fissa, attraverso la rete mobile al numero 06.164164 servizio a tariffa, è ammessa la domanda anche attraverso i Caf o patronati.

Parliamo ora del bonus asilo nido: viene riconosciuto alle famiglie con bimbi di età inferiore a 3 anni, è riconosciuto anche per l’assistenza domiciliare. L’Isee non è necessario, ma la non presentazione potrebbe voler dire ricevere un importo minimo. Il valore del credito del bonus non può superare la soglia di 3.000 €, mentre l’importo ridotto equivale a circa la metà, ossia a 1.500 €. I mesi di frequenza sono rilevanti ai fini della quantificazione dell’importo. Per la domanda, valgono le istruzioni del bonus precedente.

Infine, il bonus mamma domani, quarto ed ultimo bonus da richiedere anche senza necessità di presentare l’Isee. Questa agevolazione è pensata per le madri al 7° mese di gestazione o all’atto della nascita. Previsto anche per adozioni ed affidi, il valore di tale bonus è corrispondente alla quota di 800 euro in una sola tranche. In presenza di gravidanza gemellare, è necessario però presentare una doppia domanda, in questo modo anche l’importo equivarrà al doppio.