Il trading online consente anche di piazzarsi con cifre minime, persino con 10 euro. Ma, naturalmente, attenzione ai rischi.

Se c’è un dato assodato che la pandemia ci ha concesso di conoscere, è che il mondo dell’online ha incredibilmente accelerato rispetto ai pur elevatissimi standard precedenti. Tanto che, assieme alla rivoluzione digitale che ha investito l’ordinario (smartworking, home banking raddoppiato, ecc…), anche le movimentazioni fatte via web sono cresciute in modo esponenziale. Non ultime, quelle relative agli investimenti, alle criptovalute e a tutti i corollari del denaro viaggiante fra i canali della rete. Non sempre sicuri al 100%, come abbiamo visto in fin troppe occasioni, ma comunque lo strumento del futuro.

Inevitabile, forse, che fosse così. La rivoluzione digitale, tanto auspicata, ha trovato linfa nelle restrizioni. Tutti in casa, del tutto o più del solito, pronti a lavorarci e a fare tutto quello che si faceva uscendo da essa. Viene quindi da chiedersi se anche il settore degli investimenti ne abbia realmente beneficiato.

La verità è che lo stay-at-home ha modificato anche questo aspetto. E reso il settore degli investimenti più malleabile, oltre che accessibile a una platea decisamente più ampia di potenziali investitori. Il caso GameStop è stato emblematico in questo senso, con la tattica dello short squeeze in grado di influire e modificare le tendenze persino sugli assetti di Borsra. Più banalmente, le nuove politiche di investimento favoriscono anche i guadagni con stanziamenti esigui. Persino con 10 euro.

LEGGI ANCHE >>> GameStop: bambino investe 6 dollari e guadagna una cifra assurda

LEGGI ANCHE >>> GameStop vola in Borsa: il motivo può essere rivoluzionario

Dieci euro, il trading online a partire da un investimento minimo

Cosa succede? Che esistono numerosi modi per investire con poco denaro. E sono tante le piattaforme che consentono questo tipo di opzione. Ad esempio IqOption (il broker che chiede di meno), che ha ricevuto l’autorizzazione della Consob e con licenza CySec, consente operazioni di trading con diverse modalità di investimento, persino con le criptovalute. E anche con i Contracts for Difference, i cosiddetti Cfd, ovvero quegli strumenti che permettono di replicare un andamento senza necessità di comprarlo.

Inutile dire che, di per sé, il trading di questo tipo comporti qualche rischio. Anzi, più di qualcuno. Per questo una buona soluzione potrebbe essere il conto demo, ovvero un metodo di investimento come fosse con denaro, ma privo del fattore di rischio.